L’Uragano Ophelia porta caldo record in tutt’Europa: verso i +30°C a Londra, tempeste di Sabbia dal Marocco alla Scozia [MAPPE]

L'arrivo dell'uragano Ophelia sull'Europa farà incredibilmente aumentare le temperature in tutto il continente, fino a +30°C sulle isole Britanniche: saranno stravolti tutti i record di caldo del mese di Ottobre, anche in Italia

L’arrivo dell’Uragano Ophelia in Europa, nei prossimi giorni, determinerà un vero e proprio stravolgimento climatico in tutto il Continente: le temperature, infatti, aumenteranno molto rapidamente tra Domenica 15, Lunedì 16 e Martedì 17 Ottobre in tutt’Europa, raggiungendo valori senza precedenti storici nel mese di Ottobre. Tornerà piena estate su quasi tutto il territorio europeo, addirittura in Gran Bretagna la colonnina di mercurio potrà localmente raggiungere o sfiorare i +30°C in Inghilterra e Galles, e i +28°C nella Scozia meridionale. A Londra, dove la temperatura massima media del periodo non dovrebbe superare i +14°C, mai era successo qualcosa di simile nella storia. Ma anche in Spagna, Francia, Belgio, Olanda, Germania, Polonia, Danimarca, Paesi Baltici, Svizzera, Italia, Austria, Ungheria, Slovenia, Repubblica Ceca e sui Balcani le temperature saranno elevatissime, con picchi di +30°C addirittura nei fondovalle alpini. Le Alpi saranno una delle aree più colpite da quest’anomalia di caldo, con 3-4 giorni consecutivi in cui lo zero termico salirà addirittura ai 4.000 metri di altitudine. E’ un disastro climatico, perchè in pieno autunno – quando i ghiacciai più importanti d’Europa dovrebbero rimpinguarsi con le grandi nevicate stagionali – i ghiacci montani continueranno a sciogliersi anche ad altissima quota.

Oltre al caldo, destano impressione le mappe con le proiezioni della sabbia del Sahara: dal Marocco risalirà fin sulla Scozia, con autentiche tempeste provocate dai forti venti del ramo orientale dell’uragano Ophelia: addirittura in Irlanda, Galles, Inghilterra, Scozia e alle isole Fær Øer il cielo si tingerà di giallo in modo assolutamente insolito, con venti impetuosi, pioggia sporca di polvere provenienti dal lontano Sahara e scenari surreali per il profondo Nord.