Il Maltempo flagella il Centro Italia, Roma nel caos: venti oltre i 100 Km/h, più di 100 interventi dei Vvf

Giornata di forte maltempo per il Centro Italia, territorio investito dalla perturbazione atlantica: la zona maggiormente colpita è stata quella di Roma, dove si sono registrati temporali e vento forte

Giornata di forte maltempo per il Centro Italia, territorio investito dalla perturbazione atlantica. La zona maggiormente colpita è stata quella di Roma, dove si sono registrati temporali e vento forte. La Capitale si è difatti trovata al centro di un vertice ciclonico che ha colpito il Lazio dal mar Tirreno, portando venti oltre i 90-100 Km/h sui litorali.

Ingenti i danni, sin dalla mattina di oggi, che hanno necessitato di più di un centinaio di interventi dei Vigili del Fuoco per la caduta di alberi e rami, tegole, cornicioni, tettoie e pali di servizio pubblico.

Danni in diverse zone della Città Metropolitana, in particolare nel litorale romano, pesantemente colpito: lungo la via del Mare un albero è finito su un’auto nei pressi del tunnel di Acilia, ferendo lievemente una donna che era a bordo. Mareggiata sul litorale ed aumenta la preoccupazione tra i balneari di Ostia, Focene e Fregene, già alle prese con i problemi legati all’erosione.

Nel pomeriggio inoltre, sempre a causa del mare mosso, un peschereccio ha avuto notevoli difficoltà all’interno del porto canale di Fiumicino. Il peschereccio si è avvicinato ed ha rischiato di urtare contro la passerella pedonale, in quel frangente interessata dalle manovre di alzata. Per fortuna l’equipaggio è riuscito, con delle manovre, a raddrizzare l’imbarcazione e a riprendere una regolare navigazione, per poi ormeggiare alla banchina.

Intanto continuano le polemiche per una Capitale che, secondo il Codacons, risulta impreparata ad affrontare maltempo e forti piogge. “Basta un temporale per mandare in tilt l’intera città, con ripercussioni enormi per i cittadini, costretti a subire disagi sul fronte dei trasporti e della viabilità. – attacca il presidente del Codacons, Carlo Rienzi – Desta forte preoccupazione poi lo stato di alberi e piante, e ci chiediamo cosa sia stato fatto per la manutenzione del verde pubblico, considerato che continuano a cadere e ad abbattersi su auto e marciapiedi sia rami che interi alberi, con rischi evidenti per l’incolumità di automobilisti e pedoni”.

Nei prossimi giorni si prevede ancora tempo instabile, con alternanza tra piogge e sole.

Giornata pesante anche per alcune zone del Sud Italia, in particolare nel palermitano dove il forte vento ha causato non pochi problemi, sopratutto nel comune di Termini Imerese. Le raffiche che hanno registrato un’intesità media di oltre 100 km/h con punte che hanno raggiunto i 122 km/h non hanno fortunatamente causato feriti o danni a edifici pubblici e privati. Nella notte sono stati ben 50 gli interventi dei Vigili del Fuoco a Palermo e provincia.