Maltempo, disastro per i temporali estivi di stamattina al Sud: tornado a Reggio Calabria, alluvione lampo a Scilla [GALLERY]

Maltempo, situazione critica al Sud: dopo caldo e incendi, è la pioggia a provocare un altro disastro. Reggio Calabria la città più colpita

I violenti temporali che stamattina hanno colpito l’estremo Sud Italia, si sono particolarmente accaniti sull’area metropolitana di Reggio Calabria, dove Scilla, nota località turistica, è stata letteralmente devastata da una vera e propria alluvione-lampo. Nel borgo, sulla costa, sono caduti 83mm di pioggia ma sulle colline che la sovrastano si segnalano accumuli di 120mm: un quantitativo esagerato, che ha provocato un vero e proprio disastro. Il responsabile della sede provinciale della Protezione civile di Reggio Calabria, secondo quanto riferisce la Protezione civile regionale sulla propria pagina facebook si sta recando sul posto a supporto del sindaco, per coordinare un’associazione di volontariato di protezione civile specializzata in interventi in emergenza. Allo stato, riferisce la protezione civile, non si registrano danni a persone. Proprio le montagne di Scilla, nei giorni scorsi, erano bruciate per gli incendi, che hanno reso il suolo molto più debole e fragile. Inoltre la temperatura è adesso di +18°C in pieno giorno, dopo i picchi di +42°C di pochi giorni fa. Uno “shock” termico che ha provocato fenomeni estremi, per quella che è da sempre una delle località mediterranee più esposte ai fenomeni naturali più violenti. I forti temporali hanno colpito in modo pesante tutta la provincia reggina, il lametino e il vibonese, ma Scilla è senza ombra di dubbio il centro più colpito. Una grossa frana sulla Strada Statale 18 “Tirrena Inferiore” ha determinato la chiusura della statale proprio tra Scilla e Bagnara, per un tratto di ben 10 km. Le deviazioni, segnalate in loco, stanno provocando pesanti disagi alla circolazione.

Inoltre un tornado (o tromba d’aria che dir si voglia, i termini sono sinonimi) ha colpito lo Stretto di Messina, appena al largo di Reggio Calabria. Fortunatamente non ha toccato terra e quindi non ha provocato danni, ma ha lambito alcune imbarcazioni sorprese dal maltempo nelle acque dello Stretto.