Maltempo, la “Tempesta Mediterranea” colpisce l’Italia: violenti temporali e temperature in picchiata nella notte [LIVE]

Maltempo, forti temporali in atto e temperature in picchiata: la situazione in diretta

Maltempo – La “Tempesta Mediterranea” inizia a flagellare l’Italia come ampiamente previsto nella notte: forti piogge e temporali stanno colpendo gran parte del Paese, con venti impetuosi e temperature in picchiata. Abbiamo infatti appena +9°C a Udine, Treviso e Vicenza, +10°C a Trieste, Venezia, Parma, Pordenone, Padova, Verona e Ferrara, +11°C a Bologna, Mantova e Modena, +13°C a Firenze, Ancona e Ravenna.

Tra i violenti nubifragi, Trieste è stata la città più colpita con ben 62mm di pioggia e raffiche di bora a 100km/h. In città la pioggia ha causato alcune brevi interruzioni dell’ energia elettrica che hanno fatto scattare allarmi in luoghi privati. Numerosi gli allagamenti, in molti casi provocati da caditoie e tombini intasati. E’ il caso delle Rive e della zona della Stazione ferroviaria, dove in alcune zone di viale Miramare e di piazza Liberta’ il livello dell’acqua e’ di una decina di centimetri. Forti disagi per i passeggeri in arrivo e partenza. Oltre 30 centimetri d’acqua al livello del cavalcavia di Barcola. Anche a Muggia (Trieste) si sono verificati numerosi allagamenti. In entrambi i casi stanno operando vigili del fuoco e anche personale della Protezione civile.

In serata si stanno verificando altri intensi nubifragi tra Veneto ed Emilia Romagna, in modo particolare tra Verona e Ferrara con picchi di 50mm. Forti temporali hanno colpito anche le Marche, il Lazio e la Campania.

Forte vento invece in Toscana, dov’è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco a Livorno, sul Viale Italia: qui i pompieri hanno messo in sicurezza di una impalcatura che, a causa del Libeccio, dava segni di instabilita’. Intervento dei pompieri anche a Grosseto, sulla strada Vicinale Spergolaia, per rimuovere un palo del telefono che ingombra la sede stradale a causa molto probabilmente del forte vento.

In serata, i primi temporali interessano il basso Tirreno: nella notte raggiungeranno Calabria e Sicilia, facendo crollare anche qui le temperature che sono in realtà ancora molto miti (alle 22:40 abbiamo ancora +22°C a Palermo e Reggio Calabria). Proprio questi contrasti termici determineranno nelle prossime ore i fenomeni più estremi, con trombe d’aria e grandinate. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale  in vista del forte maltempo in arrivo: