Maltempo, tanta neve in Emilia Romagna: Bologna imbiancata, Appennino sommerso. La nevicata si sposta verso Veneto e Friuli Venezia Giulia [LIVE]

Maltempo, la situazione in diretta: forti piogge al Sud, tanta neve fin in pianura al Nord. Tutte le immagini e gli aggiornamenti in tempo reale

L’ondata di maltempo in atto sull’Italia sta provocando forti nevicate sull’Appennino centro/settentrionale e fin in pianura in Emilia Romagna, dove nevica in un’ampia zona compresa tra Sassuolo, Maranello, Bologna e dintorni. A tratti nevica anche su Modena e Reggio Emilia, mista a pioggia. L’Appennino è letteralmente sommerso con accumuli che già superano il mezzo metro a quote collinari. Piove sulla costa con 47mm a Cervia, dove abbiamo +5°C, e 37mm al Porto di Ravenna, con +4°C. Le temperature stanno diminuendo sensibilmente con +2°C a Ferrara, +1°C a Faenza, oltre tutta la zona di Bologna, Modena e Reggio Emilia dove la colonnina di mercurio oscilla tra 0°C e +1°C da ormai diverse ore.

Eppure appena due giorni fa, Giovedì 1° Febbraio, in Romagna molte località superavano i +15°C: dalla primavera anticipata all’inverno in poche ore. E’ la seconda nevicata in pianura in Emilia Romagna di questa stagione, dopo quella eccezionalmente precoce del 13 novembre 2017.

Il Comune di Bologna, che aveva già definito la strategia di intervento grazie alle precise previsioni meteo di ieri, spiega che nella notte 40 mezzi hanno sparso circa 100 tonnellate di sale sulle strade della città, a cominciare dalle collinari. Poi si sono mossi 196 spazzaneve in collina e nei luoghi della città ai quali è più importante accedere come gli ospedali. Le previsioni diffuse da Arpae parlano di un’attenuazione delle precipitazioni nevose dal pomeriggio e di un rasserenamento con conseguente calo delle temperature. Gli spargisale rimarranno dunque in attività anche per prevenire eventuali gelate. Il consiglio ai cittadini e’ di limitare il più possibile l’uso delle auto, e di utilizzarle solo se equipaggiate e attrezzate per queste situazioni meteorologiche. Inoltre vige il divieto di circolazione a ciclomotori, motocicli e quadricicli ed e’ assolutamente sconsigliato l’uso della bicicletta. Si ricorda l’obbligo di spalare la neve e gettare sale sui marciapiedi davanti ai propri fabbricati.

Attenzione alle prossime ore: il nucleo più intenso della nevicata si sposterà sul Veneto e in Friuli Venezia Giulia, la neve cadrà nel primo pomeriggio anche su Rovigo, Padova, Vicenza, Treviso, Venezia, Pordenone, Udine, Gorizia e Trieste. In serata ancora neve, seppur debole, in Romagna, stavolta fin sulle coste perchè farà più freddo.

Il maltempo continua ad imperversare anche al Centro/Sud, con piogge torrenziali nel basso Tirreno. Spiccano i 66mm di Avellino e i 50mm di Frosinone, ma il clima è ancora mite soprattutto in Puglia con addirittura +18°C a Monopoli, +17°C a Taranto, +16°C a Bari, Lecce, Brindisi e Molfetta. Le temperature, però, nelle prossime ore diminuiranno anche al Sud e domani sarà Inverno anche nel Meridione, senza però nevicate significative perchè il tempo tenderà a migliorare con le ultime piogge residue soltanto nel basso Tirreno.

Intanto l’isola di Capri è isolata dalla terraferma dopo lo stop di tutti i collegamenti marittimi di linea da Napoli e da Sorrento a causa del Maltempo nel Golfo di Napoli. Fermi nei porti sia gli aliscafi che i traghetti. Capri e’ alle prese da questa mattina con raffiche di vento e una forte mareggiata. Poche le corse di traghetto che sono riuscite a collegare la terraferma con Ischia e Procida.

Disagi a causa del forte vento di scirocco che soffia impetuoso da ieri a Palermo e sta provocando numerosi danni. Sono stati 60 gli interventi dei vigili del fuoco, nelle ultime ore. In via Luigi Manfredi un contenitore dell’acqua e’ volato dal sesto piano ed e’ finito su un’auto parcheggiata. Numerosi gli alberi finiti su strada a Palermo, Carini, Cefalu’, Ficuzza e sull’autostrada. Diversi alberi si sono spezzati a Villa Sperlinga. In via Morici a Vergine Maria una tettoia e’ volata dal terzo piano. A causa del vento diversi voli sono stati dirottati all’aeroporto di Punta Raisi a Catania. Finora sono stati dirottati quattro voli verso Fontanarossa: si tratta del collegamento delle 20,20 da Napoli (Alitalia), di quello delle 19,50 da Fiumicino (Ryanair), quello delle 19,45 da Lampedusa (Mistral) e quello delle 19,45 da Milano Malpensa (EasyJet). Un quinto volo, il collegamento Alitalia da Fiumicino delle 20,40, ha atterrato a Trapani. Diversi i voli dirottati a Lamezia.

Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: