Maltempo Sicilia, esonda fiume a Mazara del Vallo: sfollati e barche affondate, allerta anche per il fiume Delia [FOTO]

Gravi danni a Mazara del Vallo per il maltempo che ha colpito la città nelle ultime ore

Gravi danni a Mazara del Vallo per il maltempo che ha colpito la città nelle ultime ore. La pioggia incessante caduta durante tutta la notte – secondo quanto comunicato dall’Amministrazione comunale oltre 80mm di pioggia – ha provocato allagamenti sparsi in tutto il territorio e in numerose abitazioni ed esercizi commerciali.

Il fiume Mazaro è esondato causando danni e disagi: 9 persone di due nuclei familiari e un cane, Ettore, salvati; pescatori in lacrime per la perdita delle loro barche, tre auto parcheggiate inghiottite dalle acque, strade e scantinati allagati e tonnellate di detriti finiti nel porto nuovo che per alcune ore, in via precauzionale, e’ stato chiuso ai pescherecci.

Il fiume non viene dragato da una quarantina d’anni e da 8 anni, come ha piu’ volte denunciato il sindaco Nicola Cristaldi, la citta’ attende che “la Regione autorizzi i lavori per il suo assetto idrogeologico”. Regione che nei giorni scorsi e’ stata diffidata dall’amministrazione comunale. Per salvare il fiume Mazaro, recente si sono mobilitati anche alcuni cittadini che hanno lanciato una petizione sul portale Change.org.

Oggi sono giunte a Mazara del Vallo otto squadre dei vigili del fuoco, provenienti anche da Marsala, Salemi e dalle sezioni di soccorso fluviale dei comandi provinciali di Trapani e Palermo, alle quali si e’ unito personale delle forze dell’ordine.

Il Comune ha allestito la centrale operativa di Protezione civile all’autoparco comunale, la polizia municipale ha provveduto a sistemare provvisoriamente sei degli sfollati in un B&B e i tecnici hanno monitorato i depuratori di Mazara Due – che e’ stato semidistrutto e i cui danni supererebbero i 200 mila euro – e di Bocca Arena, i cui danni ammonterebbero a circa 30 mila euro. Nel primo pomeriggio la Capitaneria ha riaperto ai pescherecci il porto nuovo emanando un avviso di pericolosita’ per la presenza di detriti e natanti sommersi, semi affondati e alla deriva.

“Vicenda incredibile”

Questa vicenda del fiume Mazaro ha dell’incredibile. Ho appena saputo che la pratica per i lavori al porto canale si trascina da anni, fra mille lacci e lacciuoli. A volte penso che sia più facile in Sicilia sconfiggere la mafia che certa burocrazia. Ho chiesto di avere entro lunedi dettagliate relazioni dall’Ufficio del Genio civile e dal Dipartimento regionale Territorio e ambiente e capire se emergono responsabilità a carico di qualcuno. In ogni caso, i lavori vanno avviati nel più breve tempo possibile”. Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, dopo avere appreso della esondazione del fiume Mazaro di Mazara del Vallo.

Ingenti danni

La stima esatta dei danni potrà essere fatta nelle prossime ore con la collaborazione con la Capitaneria di Porto. Il Comune ha allestito nella sala operativa dell’Autoparco comunale la centrale operativa di protezione civile. I tecnici comunali sono al lavoro, con polizia municipale e protezione civile, per la verifica delle condizioni di strade e strutture.

“Quanto accaduto fa emergere ulteriormente la gravità della situazione del fiume Mazaro per il quale da otto anni aspettiamo che la Regione autorizzi i lavori per l’assetto idrogeologico dello stesso – le parole di Cristaldi -. Ho già dichiarato a proposito che sono chiare ed evidenti le responsabilità di chi si trova ad adottare quei provvedimenti che dovrebbero autorizzare i lavori sul fiume Mazaro che ancora non stati effettuati”.

Adesso è allerta per il fiume Delia

Dopo l’esondazione del fiume Mazaro, che ha causato allagamenti e distrutto diverse imbarcazioni, a Mazara del Vallo, nel Trapanese, il Comune lancia una “allerta” anche per il fiume Delia.

“A causa delle forti piogge, l’ente gestore della diga Trinità sta provvedendo ad aprire alcune saracinesche per fare defluire l’acqua in eccesso che viene riversata sul fiume Delia“, afferma il sindaco di Mazara del Vallo, Nicola Cristaldi.

Coloro che abitano o lavorano nei pressi del fiume – avvisa il Cristaldi – prestino attenzione ed evitino di recarsi in questi luoghi. La situazione e’ sotto controllo: la protezione civile comunale e i vigili urbani vigilano sui luoghi”. Intanto, un primo bilancio dell’esondazione del Mazaro, reso noto dall’Amministrazione, parla di sei sfollati, mentre le imbarcazioni affondate sarebbero una decina.

 

 

 

 

 

 

 

 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...