Maltempo, la tempesta Emma si scatena sulla Spagna: temperature glaciali, intense nevicate e venti a 100 km/h [GALLERY]

Barcellona è stata un buon esempio di questo freddo estremo, con la Catalogna che è stata una delle comunità con il numero maggiore di incidenti a causa della neve

La tempesta Emma ha provocato un crollo delle temperature in Spagna, soprattutto nel nord del Paese, portando insolite nevicate a quote molto basse, anche al livello del mare. In generale, le condizioni hanno causato problemi alle reti stradali e hanno costretto alla sospensione del trasporto scolastico in molte zone della Spagna in forma precauzionale.

Barcellona è stata un buon esempio di questo freddo estremo. I termometri hanno sfiorato i 0°C per tutta la giornata di ieri con la neve che è stata protagonista. La Catalogna è stata, dunque, una delle comunità che ha registrato il numero maggiore di incidenti a causa della neve. Sia le università che le scuole hanno annullato le lezioni in Catalogna, così come nella Comunità Valenciana.

Oltre che sulla Catalogna, molta neve è caduta anche sui Paesi Baschi, con la neve che sui Pirenei si sta accumulando in quantità record, superando in alcuni punti i 2.5 metri di neve fresca. Questa neve potrebbe battere i record degli ultimi 17 anni, tenendo conto del fatto che sta aumentando con le nevicate di questi giorni.

Nella Comunità Castiglia e León sono stati raggiunti -13°C nella stazione sciistica di Alto Campoo, mentre per quanto riguarda le città, Burgos ha registrato il record minimo di -8°C. La Delegazione del Governo in Castiglia e León ha attivato la fase di allerta per il rischio di neve e ghiaccio sulle strade della comunità, alcune delle quali presentano già ingorghi chilometrici con centinaia di persone intrappolate nella neve.

Il punto più freddo della Navarra è stato il Santuario de San Miguel de Aralar (1.344 metri) dove si è registrata una temperatura di -11.3°C e una massima che non è andata oltre i -7°C. Per quanto riguarda le zone abitate, la località più fredda è stata Navascués con -10°C, mentre Pamplona ha raggiunto i -5.3°C.

La tempesta Emma porta venti a 100 km/h, onde di 6 metri d’altezza e pioggia persistente, mentre le nevicate cominceranno a diminuire gradualmente. Al momento il portale meteorologico tiempo.es assicura almeno 7 giorni di pioggia incessante. Oggi, mercoledì 28 febbraio, le piogge sono molto forti nel sud-ovest della Spagna, nel sistema centrale, nella Comunità di Madrid e nel nord-est, così come nelle Canarie. In questo modo durante la giornata potrebbero accumularsi fino a 40 litri/m² in 12 ore a Cadice, Cordoba, Huelva, Siviglia, Toledo, Ávila, Salamanca, Cáceres, La Coruña e Pontevedra.

Inoltre, eltiempo.es indica che le temperature saliranno tra oggi e domani per poi riabbassarsi nella giornata di venerdì 2 marzo, quando potranno accumularsi alcuni centimetri di neve. La tempesta Emma ha già provocato un morto a Galdakao, nei Paesi Baschi: un uomo di 65 anni è morto scivolando sulla neve di un marciapiede e sbattendo violentemente la nuca.