Maltempo USA, da Boston a Seattle milioni di persone sotto neve e ghiaccio: alberi caduti, incidenti stradali e caos negli aeroporti. Ora toccherà anche alla California [FOTO e VIDEO]

La neve intensa e il ghiaccio hanno imbiancato il Midwest e con i 51,3cm di neve che si sono accumulati a Seattle negli ultimi giorni anche la costa occidentale si ritrova nella morsa di questa potente tempesta invernale

La gelida morsa dell’inverno sta creando caos in un’ampia fascia degli Stati Uniti settentrionali. Una nuova, grande tempesta invernale, infatti, ha portato neve e ghiaccio dalla città di New York a Chicago, lasciando oltre 100.000 persone senza elettricità. La combinazione di neve e ghiaccio ha causato notevoli ritardi nei trasporti e diffusi blackout nell’interno del Nord-Est con neve e ghiaccio che si estendevano alle città di New York e Boston.

La tempesta ha causato condizioni scivolose sulle strade in quasi tutto il Midwest e il Nord-Est. Intorno ai Grandi Laghi la neve si calmerà stanotte, fatta eccezione per l’effetto lago in Michigan, che continuerà fino a domani” 14 febbraio, ha dichiarato Frank Strait, meteorologo di AccuWeather. A cavallo tra Stati Uniti e Canada, il Lake Superior, il più grande delle Americhe e il secondo più grande al mondo per superficie, è completamente ghiacciato, come potrete vedere nelle foto contenute nella gallery a corredo dell’articolo. Nel video in fondo, invece, potrete osservare gli effetti del gelicidio a Montréal, in Canada: un uomo è costretto a infrangere con le mani lo spesso strato di ghiaccio che ricopre interamente la sua auto per tentare di aprire la portiera.

La neve intensa e il ghiaccio hanno imbiancato il Midwest, incluse Detroit e Chicago. “Neve e ghiaccio nel Nord-Est manterranno le condizioni di viaggio molto insidiose per tutta la notte e domani. Ghiaccio e neve sulle strade sono stati responsabili di numerosi incidenti stradali in Massachusetts, che hanno contribuito a rallentare ulteriormente il traffico. Parti dell’area dalla Pennsylvania nordorientale e dal New Jersey settentrionale fino al sud del New England riceveranno abbastanza neve e pioggia ghiacciata da causare danni agli alberi e alle linee elettriche”, ha continuato Strait. Alcune parti del nord del New Jersey si stanno preparando a ricevere 20cm tra neve e ghiaccio e il Governatore Phil Murphy ha dichiarato lo stato di emergenza per l’intero stato. Gli stati di New York e il nord del New England potrebbero ricevere fino a 45cm.

Il Wisconsin centro-occidentale ha ricevuto le maggiori quantità di neve da questa tempesta. Fino a 35,5cm di neve sono caduti a Tomah, a est di La Crosse, rendendola uno dei punti più innevati dell’intera area. Accumuli di 7,5-15cm di neve sono stati registrati in Massachusetts e Connecticut. Raffiche di vento di 72km/h hanno sferzato il Michigan, dove le persone senza elettricità sono quasi 16.000. Le aree a nord di Baltimora, in Maryland, sono state colpite da oltre 12cm di neve, sormontati da pioggia ghiacciata. Gli alberi stanno cadendo sotto il peso del ghiaccio che si accumula sui rami in alcune aree dello stato. La caduta di alberi può contribuire ad un maggior numero di blackout in tutta l’area. A Philadelphia, in Pennsylvania, un passeggero è rimasto ferito quando un bus si è ribaltato e si è schiantato contro una casa a causa della strada ghiacciata e scivolosa. Alcune scuole nel New England hanno cancellato o rimandato le lezioni.

Le cancellazioni o i rinvii dei voli hanno superato quota 8.000 negli aeroporti del Midwest e del Nord-Est. Quasi il 50% di tutte le cancellazioni sono avvenute al LaGuardia International Airport di New York, mentre il Boston Logan International ne ha cancellato il 20%.

Nel frattempo, per i residenti della parte occidentale degli USA il maltempo è solo all’inizio. Una storica tempesta invernale ha colpito le Hawaii portando onde alte, forti venti e persino la neve. Le scuole a Seattle, nello stato di Washington, e di gran parte dell’area sono rimaste chiuse per il secondo giorno di fila ieri, 12 febbraio, a causa della combinazione di pioggia e neve che non si arresta. Seattle, che in media riceve meno di 18cm di neve all’anno, ha già superato questa quantità di 3 volte con 51,3cm registrati. Questi accumuli rappresentando il febbraio più nevoso mai registrato per il Seattle-Tacoma International Airport. E a Seattle solo un altro febbraio ha ricevuto più neve: quello del 1916 quando sono caduti 90cm di neve.

La tempesta che ha colpito gli stati di Oregon e Washington scenderà verso la costa della California nei prossimi giorni, colpendo l’area con piogge torrenziali e molta neve. “Si prevede che il peggio della tempesta si concentri sulla California centrale e settentrionale, con una maggiore minaccia di alluvioni, frane, erosione, blackout, valanghe e nevicate che chiuderanno le strade sulle montagne”, ha avvisato Alex Sosnowski, meteorologo di AccuWeather. “Questa tempesta è unica perché ha portato notevole maltempo a Seattle e un disastro invernale in moltissime grandi città: Chicago, Detroit, New York e Boston. Se includi il sud, in qualche modo la tempesta sta colpendo quasi ogni parte degli Stati Uniti”, ha concluso Tyler Roys, meteorologo di AccuWeather.

Valuta questo articolo

Rating: 4.0/5. From 2 votes.
Please wait...