Maltempo USA, forti venti, pioggia e colate di fango seminano caos sulla costa occidentale: oltre 300.000 persone senza elettricità [FOTO]

Costa occidentale degli USA nel caos: diversi sistemi si sono abbattuti dallo stato di Washington alla California

Centinaia di migliaia di persone sono rimaste senza elettricità dopo una potente tempesta invernalenel nord della California, mentre un altro sistema nella parte meridionale dello stato ha provocato colate di fango nelle aree devastate dagli incendi, bloccando numerosi automobilisti su un’importante autostrada. Il diluvio si è abbattuto sulle aree colpite da un grande incendio lo scorso novembre nei pressi di Malibù, che ha incenerito 404km², distrutto circa 1600 strutture e spezzato la vita di 3 persone, intasando la Pacific Coast Highway con fango e detriti. Alcune auto sono state trascinate via, fortunatamente senza provocare vittime o feriti. Anche il rapper Soulja Boy è tra coloro la cui auto è sprofondata nel fango che ha raggiunto 1,2 metri di altezza in alcune aree.

Un pluviometro nelle montagne occidentali di Santa Monica mostrava quasi 20mm di pioggia in un’ora, secondo il Servizio Meteorologico Nazionale, che li ha definiti “tassi pesanti”. Fino a 38mm di pioggia sono caduti nelle aree costiere e delle valli, mentre le comunità montane ricevevano pesanti nevicate. Più a nord, vento e pioggia hanno costretto al rinvio o alla cancellazione dei voli al San Francisco International Airport per il secondo giorno. Forti venti e alberi abbattuti hanno comportato la mancanza di elettricità per almeno 80.000 clienti dell’area di Sacramento. Il Servizio Meteorologico Nazionale ha dichiarato che i venti hanno raggiunto i 79km/h.

La tempesta ha portato circa 30cm di neve sulla Sierra Nevada. Allerte per valanghe sono state emesse per parti della California, del Nevada e dell’Utah. 61cm di neve sono stati riportati sulla Mammoth Mountain, nel nord della California. Oltre 30cm di neve sono caduti sulle elevazioni maggiori intorno al lago Tahoe e 48cm presso la stazione sciistica Squaw Valley.

Le tempeste di vento che hanno colpito parti dello stato di Washington e l’Oregon hanno lasciato oltre 300.000 persone senza elettricità. Un forte sistema ha portato venti con raffiche fino a 96km/h al Seattle-Tacoma Airport, nello stato di Washington, la raffica più forte registrata presso l’aeroporto dal 2006, ha dichiarato il Servizio Meteorologico Nazionale di Seattle. Raffiche di 135km/h sono state registrare sull’Abernathy Mountain (Washington) e 127km/h sul Mount Hebo (Oregon). Nell’area di Seattle, i residenti sono stati svegliati dal rumore dei venti di forte intensità, dei rami che si spezzavano e della rottura dei trasformatori. Decine di voli nell’area sono stati cancellati o rinviati.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...