Mata Hari: ecco cosa successe alla ballerina e spia fucilata 101 anni fa [FOTO]

“Mata Hari“, la figlia dell’aurora, è una delle figure più affascinanti della “Belle Epoque“.Fu arrestata per spionaggio e fucilata nel cortile del castello di Vincennes il 15 ottobre 1917

Mata Hari“, la figlia dell’aurora, è una delle figure più affascinanti della “Belle Epoque“. Fu arrestata per spionaggio e fucilata nel cortile del castello di Vincennes il 15 ottobre 1917.

Margaretha Gertruida Zelle è una donna leggendaria, ricordata come la regina di tutte le spie. Da quanto è noto nessun uomo è mai riuscito a resisterle, in particolare ufficiali e uomini dell’esercito che ebbe modo di frequentare. Per aver lavorato al servizio della Germania durante la prima guerra mondiale, fu processata e accusata di doppiogiochismo. E’ stata fucilata alle quattro del mattino nei pressi di Parigi il giorno 15 ottobre 1917.

Anche nel momento della morte seppe lasciare il suo segno: secondo le cronache poco prima della fatale esecuzione, rivolse baci ai soldati incaricati di spararle contro.

Nata il 7 agosto 1876 a Leeuwarden si sposa con un’ufficiale 20 anni più grande di lei. Un matrimonio infelice che si conclude con un divorzio.

Trasferitasi a Parigi dopo la separazione inizia a esibirsi in un locale proponendo danze dal sapore orientaleggiante: in breve tempo si fece notare dalla moltitudine e divenne un “caso”. Tutti parlavano di lei che, per rendere più esotico il suo personaggio cambia il suo nome in Mata Hari, “occhio del giorno”. Inizia così a frequentare i salotti, ma anche le camere da letto di soldati e ufficiali.

Tuttavia la vita di Mata Hari cambia radicalmente in seguito allo scoppio della prima guerra mondiale, durante la quale oltre a combattere con armi e soldati, vengono utilizzati mezzi di spionaggio. Proprio per il suo fascino, diventa l’eletta, colei che è destinata a decifrare messaggi e segreti più nascosti.

Inizia così a intervenire nella “guerra di spionaggio” tra Francia e Germania, frequentando entrambi i salotti e conoscendo ufficiali di molti Paesi, anche stranieri. Tuttavia, proprio a causa di questo alone di mistero che la avvolge, molti iniziano a dubitare di lei e della sua fedeltà.

Nel 1917 Mata Hari diventa così il “nemico interno” da eliminare, nonostante la reale mancanza di prove nei suoi confronti. Viene processata, e si proclama sempre innocente, tuttavia viene condannata a morte e successivamente fucilata.

 

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...