Morte Davide Astori, gli esperti: “controlli cardiaci preventivi fondamentali soprattutto per chi fa sport”

Una triste domenica per il calcio e per tutto lo sport italiano la perdita improvvisa di Davide Astori. Rimaniamo sempre sgomenti davanti a queste tragedie non annunciate che pero’ devono servire anche a far riflettere sull’importanza dei controlli cardiaci preventivi, soprattutto per chi fa sport a qualunque livello“. Michele Gulizia, presidente della Fondazione per il Tuo cuore dei cardiologi ospedalieri italiani spiega che “e’ proprio per concretizzare nel le finalita’ di prevenzione del Rischio Cardiovascolare Globale che la Fondazione ha messo in campo dal 2015 il Progetto Nazionale di Prevenzione Cardiovascolare Banca del Cuore che ha controllato finora il rischio aritmico di oltre 26 mila italiani“. Non solo, nei prossimi mesi, e per tutto il 2018, sara’ ancora una volta gratuitamente in 34 citta’ italiane per oltre 150 giorni con il proprio Jumbo Truck appositamente allestito. Durante le giornate di manifestazione saranno offerti gratuitamente: screening di prevenzione cardiovascolare comprensivo di esame elettrocardiografico e screening aritmico con il rilascio gratuito della card BancomHeart attiva. Poi una stampa dell’elettrocardiogramma con tutti i valori pressori e anamnestici presenti su BancomHeart, lo screening metabolico con il rilievo (estemporaneo) di 8 risultati metabolici con una sola goccia di sangue: Colesterolo Totale, Trigliceridi, Colesterolo LDL, Colesterolo HDL, Rapporto Colesterolo HDL / LDL, Colesterolo non HDL, Glicemia, Emoglobina glicata e Uricemia. Quindi la stampa del profilo glicidico, lipidico e del proprio rischio cardiovascolare e la consegna del kit degli 11 opuscoli di Prevenzione Cardiovascolare realizzati dalla Fondazione per il Tuo cuore.