Parco nazionale dei laghi Plitvice, Croazia: uno dei siti turistici più belli del mondo, Patrimonio naturale dell’Umanità

Il Parco nazionale dei laghi Plitvice, situato a metà strada tra Zagabria e Zara, è uno dei siti turistici più frequentati della Croazia. Si tratta di un gruppo di 16 laghi, alimentati dai fiumi Bijela Rijeka e Crna Rijeka (Fiume Bianco e Fiume Nero), sorgenti sotterranee, collegati tra loro da cascate, che si riversano nel fiume Korana. La ricchezza e lo splendore dell’acqua, i suoni prodotti dalle cascate, la forza e la potenza della natura, lo rendono uno dei luoghi più belli del mondo.

L’area, proclamata Parco nazionale nel 1949, ha subito varie volte un’espansione del suoi confini, coprendo oggi una superficie di oltre 300 chilometri quadrati, il che gli attribuisce lo status di uno dei Parchi nazionali più grandi dell’Europa; mentre, per via delle sue flora e fauna uniche, l’Unesco lo ha nominato Patrimonio naturale dell’Umanità nel 1979. I laghi sono visitabili percorrendo una rete ben segnata di sentieri e 18 km di passerelle. L’ambiente è davvero suggestivo: la formazione del tufo e la delimitazione del letto del fiume, dando vita alla sequela dei 16 famosi laghetti, hanno originato un grandioso fenomeno architettonico naturale immerso in una natura incontaminata, ricca di fitti boschi abitati da stupendi animali e specie vegetali molto rare.

Il Parco si divide in due parti: la parte superiore, i cui laghi si trovano in una valle dolomitica, circondati da foreste e collegati da spettacolari cascate, e la parte inferiore, dove si possono ammirare laghi più piccoli e vegetazione più bassa. Nella zona vivono poi numerose specie animali, tra cui orsi, lupi, cinghiali, volpi, lepri e tassi, falchi, gufi, aironi e cicogne e per gli spostamenti all’interno del sito vengono messi a disposizione, oltre alle passerelle, battelli, barche e un trenino. Il bacino più grande del Parco è il lago Kozjak, dove si possono noleggiare barche a remi per una romantica escursione, raggiungendo l’isoletta al centro del lago. Meravigliosa è la tonalità di verde del lago Milanovac e la caverna Supljara del lago Gavanovac. Stupendi il lago Kaluderovac, l’imponente cascata Veliki Slap, alta ben 78 metri, che è la più grande della Croazia, così come suggestivi sono i canneti che circondano il lago Gradinsko, in cui nidificano le anatre, per poi proseguire verso il lago Okrugljak, il lago Ciginovac ed il lago Proscansko, immerso nei boschi.

Ogni anno migliaia di persone affollano questo luogo, ma non si ha mai la sensazione di affollamento o di disagio a causa della sua estensione. Per visitare tutto in dettaglio sono necessari almeno 3 giorni ed il periodo più adatto per esplorarlo è quello estivo, benchè lo spettacolo delle cascate gelate, d’inverno, sia assolutamente imperdibile per la sua rara bellezza. La temperatura delle acque, ricche di pesci e crostacei, è di 24 °C in estate e la pesca è permessa, ma solo in alcune zone limitate e con il relativo permesso. Per il soggiorno si trovano hotel, campeggi, stanze private ed il Parco si presta ad una gita spettacolare per gli amanti della natura e i nostalgici dell’atmosfera nucolica se si è in vacanza sulle coste croate.