Pavia, incendio nella raffineria ENI di Sannazzaro de’ Burgondi: domani scuole chiuse

Incendio nella raffineria ENI di Sannazzaro de' Burgondi, domani scuole chiuse

Il comune di Sannazzaro de Burgondi (Pv) dove si trova la raffineria Eni in cui questo pomeriggio è scoppiato un grosso incendio, ha deciso per la giornata di domani la chiusura preventiva delle scuole di ogni ordine e grado. A comunicarlo ad Askanews, l’assessore al Bilancio Davide Rabuffi. Rabuffi ha confermato che l’incendio è stato domato è che è stato attivato il Pec, il piano di evacuazione comunale previsto in caso di incendi alla raffineria, ma ai cittadini è stato consigliato solo di stare in casa e tenere le finestre chiuse. Al momento è in corso un sopralluogo nell’impianto Eni da parte del sindaco e del Prefetto, insieme a Protezione Civile e Ats (ex Asl). Intanto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, ha riferito che “solo uno” dei dipendenti della raffineria “risulta intossicato e preso in cura dal soccorso sanitario”. Lo ha scritto in una nota nella quale aggiunge che “la situazione è al momento sotto controllo, l’Ats Pavia si è immediatamente mobilitata e gli operatori si trovano sul posto per verificare lo stato di salute” dei lavoratori. “Ho sentito personalmente l’Ats – ha continuato Gallera – che informa che il pennacchio di fumo si propaga verticalmente e in direzione della regione Piemonte. Al momento non vi è nessun riscontro di stato di intossicazione tra i civili. Il sindaco ha comunque dato ordinanza di rimanere nelle abitazioni in via precauzionale a seguito dell’esplosione di un combustore di gasolio”.