Pisa, enorme incendio devasta il Monte Serra: 500 sfollati, “scenario apocalittico” [FOTO e VIDEO]

Pisa, enorme incendio sul Monte Serra: il forte vento complica le operazioni di spegnimento e alimenta le fiamme, 500 evacuati dalle frazioni di Montemagno, Fontana Diana, San Lorenzo, Nicosia e Crespignana

Evacuate 5 frazioni, con 70 famiglie per un totale di circa 500 persone, nel Pisano, dove dalla notte scorsa, sul monte Serra, e’ scoppiato un enorme incendio di origine quasi certamente dolosa. Sul posto, oltre al governatore della Regione Toscana, Enrico Rossi, sono arrivati anche gli assessori regionali Federica Fratoni e Marco Remaschi. Sono stati attivati tre punti di accoglienza alla palestra della parrocchia di Calci, al circolo ricreativo di Campo e alla palestra di Vicopisano. Al lavoro ci sono 80 vigili del fuoco, e, inviate dalla Protezione civile regionale, stanno operando 180 squadre antincendio, 50 uomini del volontariato e operai forestali, coordinate dal Comune di Vicopisano. Due Canadair sono gia’ operativi, mentre 4 elicotteri antincendio della Regione non possono decollare al momento a causa del troppo vento. Dall’aeroporto di Napoli Capodichino e’ atteso un elicottero S64 in dotazione alla Forestale.

Il 118 della Toscana ha inviato un medico al Centro Operativo Comunale (Coc) di Calci (Pisa) a rappresentare la Funzione Sanità prevista nei protocolli della Protezione civile regionale. Sul posto la Centrale operativa ha inviato una ambulanza medicalizzata, due ambulanze con defibrillatore con soccorritori volontari a bordo abilitati all’utilizzo del defibrillatore semiautomatico per soccorso sanitario e due pulmini per evacuare eventuali abitanti. A causa dell’ingestione dei fumi dell’incendio, tre intossicati lievi sono stati ricoverati all’ospedale Cisanello di Pisa.

Abbiamo rischiato di perdere due squadre nello spegnimento“, ha detto, parlando ad una emittente tv, il comandante dei vigili del fuoco di Pisa, Ugo D’Anna. Le frazioni evacuate al momento sono quelle di Montemagno, Fontana Diana, San Lorenzo, Nicosia e Crespignana. Tre i punti di accoglienza attivati per accogliere le persone: la palestra della parrocchia di Calci, il circolo ricreativo di Campo e la palestra di Vicopisano. Le scuole sono state chiuse. Il vento continua a soffiare forte, in media a circa 30 chilometri orari, con raffiche che superano i 40 all’ora e le raffiche dovrebbero proseguire per tutta la giornata. “I vigili del fuoco sono stati i nostri angeli. Era uno scenario apocalittico e per fortuna ci hanno portato qui, in salvo”, dice una sfollata. “Spero che questo rogo – conclude la donna – sia stato provocato da una sbadataggine perche’ non riesco a pensare a tanta cattiveria e a una mente tanto perversa. Ci sono interi uliveti andati distrutti e danni molto ingenti, temo anche alle abitazioni”.

“Alle 2 e’ scoppiato l’inferno. Vivevamo in un paradiso e ora non ho neppure il coraggio di volgere lo sguardo verso il monte per guardare quello che sta accadendo”. Fabio Bonanni, 71 anni, nella frazione di Montemagno interamente evacuata, ci e’ nato e ci ha vissuto tutta la vita. Ora ha trovato rifugio nella palestra di Calci trasformata in centro di accoglienza. “Castagneti, oliveti e vigne – dice – sono completamente distrutti. Il paese era un luogo di splendide passeggiate e gite domenicali. Arriva gente da tutta la Toscana, ora ho paura che non ci sia piu’ niente”. Birillo, il suo cane, non si stacca un secondo da lui: “Ha dormito ai piedi di mia moglie. Anzi ha riposato lei qualche ora. Lui e’ come se vegliasse su di noi e sulla nostra angoscia”.

E’ di circa 600 ettari andati a fuoco la prima stima dell’incendio che da ieri sera sta interessando il monte Serra: lo ha spiegato il governatore Enrico Rossi incontrando i giornalisti a Calci insieme al sindaco Massimiliano Ghimenti. Entrambi stanno incontrando gli sfollati nel centro di accoglienza nel paese, spiegando loro che fino a domani pomeriggio non potranno rientrare nelle loro case, per via del fumo e anche per facilitare le operazioni per domare il rogo. Il sindaco di Calci Massimiliano Ghimenti, ha anche spiegato che in alcuni casi le resistenze a lasciare le case hanno complicato le operazioni di quanti impegnati nello spegnimento delle fiamme. Tra le frazioni sfollate, a Montemagno, borgo che domina la val Graziosa, la situazione sembra essere la piu’ grave. Tra i residenti circola la voce che le fiamme possano aver toccato anche le case ma non c’e’ alcuna conferma. Intanto il capo della protezione civile nazionale Angelo Borrelli, si spiega dalla Regione, ha fatto sapere che uno dei due Canadair pronti per partire e’ guasto, ma si prevede che ne arrivino comunque altri 3 per le 10.20. Per le 10.40 e’ previsto l’arrivo di un elicottero Chinook mentre per fine mattinata e’ atteso l’ elicottero S64, in dotazione alla Forestale, partito dall’aeroporto di Napoli Capodichino. Una conferenza stampa e’ stata inoltre convocata dal governatore Rossi per le 11.30 in Comune a Calci: col presidente della Toscana ci saranno il sindaco Ghimenti e il responsabile dell’Antincendio della Protezione civile regionale

Dovrebbe proseguire per tutta la giornata il forte vento di tramontana che complica le operazioni di spegnimento sul monte Serra, in provincia di Pisa, anche se e’ possibile un’attenuazione tra le 12 e le 17. Queste le previsioni del Lamma: un aggiornamento delle condizioni meteo e’ stato chiesto dallo stesso governatore toscano Enrico Rossi. Il bollettino parla di “vento teso attorno a 20 km/h medio e raffiche tra 30-40km/h con direzione prevalente da nordest ma molto variabile sul sito dell’Incendio poiche’ situato sottovento al flusso e per ragioni morfologiche del rilievo. Per il proseguo di oggi condizioni di vento pressoche’ invariate”. Tuttavia, si precisa, “tra le 12 e le 17 sembra possibile dalle ultime informazioni modellistiche un’attenuazione con valori medi attorno a 15 km/h e raffiche attorno a 30 km/h. In serata sembra tornare ai valori attuali e per tutta la mattinata di domani, mercoledi’. Dal pomeriggio di domani graduale attenuazione”. A Calci, dove sono stati evacuate in 5 frazioni 70 famiglie per circa 500 persone, oltre a Rossi sono arrivati anche gli assessori regionali Federica Fratoni e Marco Remaschi. Sono stati attivati tre punti di accoglienza alla palestra della parrocchia di Calci, al circolo ricreativo di Campo e alla palestra di Vicopisano. Al lavoro ci sono 80 vigili del fuoco, e, inviate dalla Protezione civile regionale, stanno operando 180 squadre antincendio, 50 uomini del volontariato e operai forestali, coordinate dal Comune di Vicopisano. Due Canadair sono gia’ operativi, mentre 4 elicotteri antincendio della Regione non possono decollare al momento a causa del troppo vento. Dall’aeroporto di Napoli Capodichino atteso un elicottero S64 in dotazione alla Forestale.

Incendio sul Monte Serra, le immagini del disastro [VIDEO]

Monte Serra, le immagini dell’incendio che sta devastando la Toscana [VIDEO]

Pisa, enorme incendio sul Monte Serra [VIDEO]

Pisa, incendio sul Monte Serra: 500 evacuati [VIDEO]

Enorme incendio manda in fumo il Monte Serra (Pisa): bruciati oltre 600 ettari di suolo [VIDEO]

Pisa, incendio sul Monte Serra: scenario apocalittico [VIDEO]

Le drammatiche immagini dell’incendio che sta bruciando il Monte Serra in Toscana [VIDEO]