Previsioni Meteo, caldo africano al Sud: Mercoledì 12 Luglio le temperature più alte del 2017, poi breve tregua ma dal 18 torna l’Anticiclone Sub-Tropicale

Previsioni Meteo, altre 24-36 ore di super caldo al Sud: Mercoledì 12 Luglio sarà il giorno più caldo dell'anno con picchi di +45°C in Sicilia e +43°C in Calabria. Lieve calo termico tra 14 e 17, ma la prossima settimana tornerà inesorabilmente l'Anticiclone Sub-Tropicale con una nuova ondata di calore

Previsioni Meteo – L’Italia sta vivendo le ore più calde dell’anno: le temperature nella giornata di Mercoledì 12 Luglio supereranno persino i picchi estremi raggiunti a fine Giugno, e molto difficilmente questi valori verranno replicati nel prosieguo dell’estate (eventualità che comunque non possiamo escludere). Intanto nel pomeriggio di Martedì 11 Luglio abbiamo raggiunto picchi elevatissimi, non solo al Sud ma anche al Centro e lungo tutta la fascia Adriatica fino alla Romagna, con +43°C a Siracusa, +40°C a Catania e Castrovillari, +39°C a Foggia, Lecce, Jesi, Rende, Corigliano Calabro, Noto, Augusta, Caltagirone, Cerignola e Putignano, +38°C a Matera, Modica e Alghero, +37°C a Taranto, Cosenza, Andria, Iglesias e Altamura, +36°C a Bari, Reggio Calabria, Sassari, Trapani, Catanzaro, Crotone, Faenza, Forlì e Guidonia. Poi, nel pomeriggio, il Nord è stato attraversato da violenti fenomeni temporaleschi, brevi ma molto intensi accompagnati da raffiche di vento ad oltre 100km/h e grandinate che hanno provocato danni e disagi tra Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e basso Veneto.

Ma torniamo al Super caldo del Sud: tutte queste temperature nelle Regioni meridionali aumenteranno di valori compresi tra 3 e 5°C nella giornata di Mercoledì, quando raggiungeremo il picco del caldo con punte di oltre +45°C in Sicilia, oltre +42°C in Calabria e oltre +40°C tra Puglia e Basilicata. Sarà il giorno più caldo, probabilmente di tutto il 2017. Ore roventi, che alimenteranno ancora il dramma della siccità e le criticità degli incendi che stanno divampando da giorni bruciando decine di migliaia di ettari di macchia Mediterranea. Un disastro di proporzioni catastrofiche.

Da Giovedì 13 le temperature inizieranno finalmente a diminuire: il caldo concederà una piccola tregua, ma non arriverà il fresco. Le temperature, infatti, rimarranno elevate, superiori rispetto alle medie del periodo, almeno fino a Venerdì sera. Non farà più il caldo esagerato di queste ore, ma si continuerà a sudare. Soltanto nel weekend la situazione tornerà alla normalità e si potrà parlare di vera e propria tregua: soprattutto Domenica 16 Luglio, e nelle Regioni Adriatiche, l’aria sarà decisamente più gradevole, seppur comunque mite e tipicamente estiva.

La prossima settimana, invece, tornerà l’Anticiclone Sub-Tropicale: risalirà dal Maghreb sulla Spagna, che verrà investita da un’altra ondata di caldo eccezionale. Poi la nuova vampata di calore arriverà in Francia, e infine anche sull’Italia, a partire da Sardegna e Nord/Ovest. Il caldo aumenterà gradualmente a partire da Martedì 18 Luglio in poi, per tutta la prossima settimana, raggiungendo i picchi massimi nel weekend di Sabato 22 e Domenica 23 Luglio.