Previsioni Meteo, dall’Autunno all’Estate in poche ore: ”mostro” anticiclonico sull’Italia, attesi picchi di +30°C, poi occhio al freddo

Previsioni Meteo, torna l'anticiclone sull'Italia con punte fino a 28-30°C, ma poi arriva il freddo invernale

L’anticiclone in queste ore si appresta a tornare ad occupare l’intera Penisola, salvo l’estremo Sud che risente ancora di una circolazione instabile presente sulla Grecia che nelle scorse ore ha determinato un forte calo termico e le prime spruzzate di neve sull’Appennino centro/meridionale, nelle prossime ore continuerà a condizionare il tempo tra Basilicata, Calabria e Sicilia nord occidentale con qualche residuo rovescio o temporale, ma già da domani inizierà una fase meteo decisamente stabile. L’anticiclone farà da scudo alle perturbazioni atlantiche che continueranno a transitare sul Nord Europa rimanendo l’Italia al secco, pertanto le grandi piogge autunnali saranno ancora totalmente assenti. Le temperature saliranno ancora nei valori massimi, con punte fino a 28/30°C tra Sardegna e Nord Italia, proprio perchè il promontorio di alta pressione sarà supportato da aria più calda nord-africana, ma attenzione alle inversioni termiche nelle prime ore del mattino, data l’assenza della nuvolosità, ed un leggero e residuo afflusso di aria fresca dal Nord Europa, apporteranno un clima pungente tra sera/notte e mattina. Attenzione nel weekend quando una discesa d’aria fredda artica andrà interessare l’Europa orientale, nel suo moto rotatorio tenderà ad interessare i Balcani, ma potrebbe coinvolgere anche parte della nostra Penisola, specialmente i settori adriatici. Le precipitazioni però risulterebbero scarse, salvo qualche residuo rovescio temporalesco, nevoso in Appennino centro/meridionale, mentre sul resto del territorio italiano prevarrebbero i venti sostenuti secchi dai quadranti nord orientali che apporteranno un nuovo calo termico. Successivamente attenzione al mese di Novembre, stando ai modelli matematici e non solo, è probabile che l’anticiclone possa posizionarsi in Atlantico favorendo delle incursioni atlantiche/artiche, coinvolgendo in maniera diretta prima il Nord Italia, ma poi anche il Centro-Sud, con quelle precipitazioni diffuse ed abbondanti, nevose sull’arco alpino, in grado di porre fine alla siccità. Data la distanza temporale per ora si tratta solo di ipotesi a medio/lungo termine, vedremo se nei prossimi run continueranno a giungere conferme. Ai prossimi aggiornamenti.