Previsioni Meteo, veloce ondata di freddo in arrivo sull’Italia: piccolo assaggio d’Inverno, rischio NEVE tra Giovedì e Venerdì anche in pianura

Previsioni Meteo, oggi forte vento di maestrale e caldo anomalo in tutt'Italia ma domani le temperature crolleranno per la prima ondata di freddo di Dicembre. Durerà poco, ma tra Giovedì e Venerdì potrebbe arrivare anche la neve in pianura

Previsioni Meteo – L’Italia è investita per il terzo giorno consecutivo da una vera e propria tempesta di maestrale che ieri sera ha raggiunto addirittura i 129km/h a Foggia, i 113km/h a Olbia e i 108km/h a Livorno mentre stanotte ha toccato i 90km/h nello Stretto di Messina. Il forte vento ha provocato danni e disagi in molte località, agitando i mari (soprattutto il basso Tirreno) con forti mareggiate lungo le coste esposte a Nord/Ovest. Le temperature, tuttavia, sono rimaste elevate in tutto il Paese. Stamattina la colonnina di mercurio ha raggiunto +20°C a Imperia, +19°C a Catania, Siracusa, Moneglia e Laigueglia, +18°C a Messina, Reggio Calabria, La Spezia, Crotone, Lavagna e Varazze, +17°C a Napoli, Pisa, Grosseto, Latina, Rapallo e Chiavari, +16°C a Roma, Bari, Genova, Vicenza, Salerno, Taranto, Pescara, Cosenza, Caserta e Olbia, +15°C a Torino, Brescia, Cremona, Frosinone, Benevento, Avellino e Foggia, +14°C a Milano, Verona, Bologna, Parma, Modena, Mantova e Reggio Emilia.

Il maltempo sta colpendo il basso Tirreno con forti piogge su tutta la Calabria, dove si stanno verificando anche forti grandinate in Aspromonte e nella piana di Gioia Tauro (Reggio Calabria). Una situazione che persisterà fino a stasera, con un ulteriore rinforzo del vento proprio in serata nel basso Tirreno e nuove forti piogge tra Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia (vedi mappe nella gallery a corredo dell’articolo).

La situazione tornerà alla normalità nella giornata di domani, Martedì 11 Dicembre 2018: finalmente dopo tre giorni tempestosi, il maestrale si calmerà e le condizioni del tempo miglioreranno in tutto il Sud con ampie schiarite. Contemporaneamente, però, inizierà una timida ondata di freddo proveniente dai Balcani: le temperature diminuiranno sensibilmente rispetto ai valori elevati di oggi, in alcuni casi anche di 7-8°C. Farà freddo in modo pungente e intenso, senza eccessi ma con temperature che scenderanno sotto le medie del periodo, anche se non ci saranno precipitazioni quindi sarà un freddo particolarmente secco. Le temperature diventeranno molto basse in modo particolare nelle ore serali e notturne, con ampie ed estese gelate all’alba su gran parte d’Italia, in modo particolare al Nord, lungo l’Appennino e nelle Regioni Adriatiche dove farà più freddo rispetto a quelle Tirreniche. Soltanto Sicilia e Sardegna rimarranno escluse da quest’ondata di freddo: le masse d’aria fredda, infatti, faranno molta fatica a superare lo sbarramento dell’Appennino meridionale, e difficilmente oltre passeranno Pollino e Sila o, comunque, si fermeranno sull’Aspromonte. Il freddo, quindi, sarà limitato dalla Calabria in su’.

Durerà comunque molto poco: già dopodomani, Mercoledì 12 Dicembre, le temperature aumenteranno nuovamente soprattutto al Sud e nelle Regioni tirreniche. Poi, Giovedì 13 Dicembre la temperature risalirà in modo ancor più sensibile ovunque tranne che al Nord. Contestualmente all’aumento delle temperature, tra Mercoledì sera e Giovedì mattina avremo delle precipitazioni sparse su tutto il Centro e su gran parte del Sud. Saranno precipitazioni provocate dallo scorrimento di masse d’aria caldo-umide ai bassi strati, e per questo motivo potrebbero verificarsi delle nevicate da cuscinetto freddo nelle zone interne dell’Appennino, tra Toscana, Marche, Emilia Romagna, Umbria e zone interne del Lazio, fino a quote molto basse nella notte tra Mercoledì e Giovedì.

Altra possibile nevicata in pianura potrebbe interessare Venerdì 14 Dicembre il Nord, la pianura Padana, per l’arrivo di un nuovo peggioramento di origine Atlantica sul Mediterraneo occidentale. Al Sud Italia avremmo lo scirocco con temperature in ulteriore, sensibile, aumento, ma in pianura Padana potrebbe resistere un cuscinetto freddo tale da determinare una nevicata che potrebbe anche essere importante. Dopotutto mancano ancora 4 giorni per questa previsione, quindi avremo tempo per evidenziarne meglio tutti i dettagli avvicinandoci all’evento.

A medio e lungo termine, invece, abbiamo ulteriori conferme sull’Anticiclone delle Azzorre che determinerà ampie fasi stabili, soleggiate ed eccessivamente miti con caldo anomalo già la prossima settimana, e poi anche durente le festività Natalizia. Una tendenza che su MeteoWeb abbiamo ampiamente delineato nei giorni scorsi e che trova ulteriori conferme negli ultimi aggiornamenti di tutti i modelli meteorologici.

Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale:

Previsioni Meteo, bollettini, allerte e notizie di scienza con l’APP di MeteoWeb per iPhone e iPad: click qui per scaricarla dall’App Store

Previsioni Meteo, bollettini, allerte e notizie di scienza con l’APP di MeteoWeb per tutti i dispositivi Android: click qui per scaricarla da Google Play

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...