Previsioni Meteo: ancora un’altra settimana di tempo stabile e caldo insolito su gran parte d’Europa ma attenzione a sabato 23 Febbraio [MAPPE]

Previsioni Meteo, un’altra settimana di tempo stabile ed eccezionalmente caldo attende gran parte del nostro continente

Previsioni Meteo – L’Europa è stata dominata da una forte dorsale fino alla metà di febbraio e le tendenze dei modelli suggeriscono che ci sarà ancora un’altra settimana di tempo stabile ed eccezionalmente caldo su gran parte del nostro continente. Ecco una panoramica delle condizioni che attendono l’Europa dal 18 al 25 febbraio.

Oggi, 18 febbraio

Una dorsale domina la metà orientale dell’Europa, incluse parti del Nord Europa, dell’Europa centrale e del Mediterraneo. Una depressione si muove sul Regno Unito con un ciclone centrato sul nord-est dell’Atlantico, a est dell’Islanda. Una massa d’aria molto calda si posizionerà sull’Europa centrale, sull’area baltica e sul sud della Scandinavia.

Martedì 19 febbraio

La dorsale inizia a diminuire e si muove verso l’Europa orientale-sudorientale mentre il ciclone dal nord-est dell’Atlantico si spinge verso il Nord Europa. Una massa d’aria molto calda si diffonde sull’Est Europa e sull’est della Penisola Balcanica.

Mercoledì 20 febbraio

Mentre la dorsale sull’Europa sudorientale si dissipa, una nuova inizia a svilupparsi sull’Europa occidentale. Il ciclone dal Nord Europa si spinge sulla Russia nordoccidentale e sulla sua scia, una massa d’aria molto fredda si sposta sul nord della Scandinavia. Una depressione molto profonda con un intenso ciclone associato si sviluppa sul Nord Atlantico, con una pressione centrale inferiore a 940hPa.

Giovedì 21 febbraio

La profonda depressione persiste sul Nord Atlantico e si muove verso la Groenlandia. La dorsale si rafforza sull’Europa occidentale, espandendosi verso i settori centrali e sudoccidentali del continente e anche sul nord-est dell’Atlantico. La forte avvezione calda si diffonde anche su Regno Unito e Irlanda e verso l’Islanda. L’avvezione fredda dal nord della Scandinavia, invece, si diffonde sull’area baltica e continua verso sud-est.

Venerdì 22 febbraio

Una potente dorsale ora domina l’Europa occidentale, centrale e settentrionale, mentre una depressione si muove sulla Russia occidentale e sull’Europa sudorientale. Questo porta condizioni molto fredde in Ucraina, mentre la massa d’aria molto calda persiste su Regno Unito, Irlanda e Mare del Nord e si diffonde anche sulla Scandinavia e l’area artica. Una profonda depressione si spinge sulla Groenlandia con un intenso ciclone associato.

Sabato 23 febbraio

In maniera simile al giorno precedente, un’intensa dorsale con un’anomalia fortemente positiva è centrata sull’Europa occidentale, centrale e settentrionale e determina condizioni eccezionalmente calde sulla metà occidentale e settentrionale del continente. La depressione sull’Europa sudorientale si muove verso il Mediterraneo meridionale, portando una massa d’aria molto più fredda sui Balcani. Il sistema di alta pressione si rafforza sull’Europa centrale e orientale. Sul Nord Atlantico si sviluppa un nuovo ciclone.

Domenica 24 febbraio

Una dorsale molto forte persiste sull’Europa occidentale, centrale e settentrionale, dando continuità alle condizioni molto più calde della media su Regno Unito, Irlanda, Benelux, Mare del Nord e Scandinavia. Sui Balcani l’avvezione fredda si indebolisce gradualmente. Una profonda depressione con un intenso ciclone associato si muove verso la Groenlandia.

Lunedì 25 febbraio

La potente dorsale inizia ad indebolirsi, ma rimane un sistema molto forte centrato sull’Europa occidentale e con gran parte del continente influenzato da essa. Una massa d’aria incredibilmente calda persiste ancora su Regno Unito, Irlanda, Francia e Benelux. Una depressione con un profondo ciclone associato si muove sul nord della Scandinavia e sulla Russia nordoccidentale. Il profondo ciclone sul Nord Atlantico si spinge sulla Groenlandia, mentre una bassa pressione si sviluppa più a sud.

Questa l’impostazione generale che attende l’Europa in questa settimana. MeteoWeb continuerà a pubblicare aggiornamenti sulla situazione nei prossimi giorni.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 2 votes.
Please wait...