Previsioni Meteo, gli ultimi aggiornamenti sul “Medicane” in sviluppo sul Tirreno: possibili venti di 80-100 km/h e 200-300mm di pioggia in 48 ore [MAPPE]

Lo sviluppo di un Medicane potenzialmente pericoloso con estreme precipitazioni sta diventando sempre più probabile: ecco gli ultimi aggiornamenti

I modelli ora concordano ampiamente sullo sviluppo di una situazione meteo potenzialmente pericolosa su parti del Mar Tirreno e della Sardegna. Gli ultimi modelli suggeriscono che l’attività convettiva di oggi, associata ad una debole bassa pressione sull’area, produrrà una rapida ciclogenesi e la formazione di un Medicane sul Tirreno nel corso della notte, all’interno di un ambiente caratterizzato da un debole shear del vento e da un Mar Mediterraneo molto caldo.

Il modello MNW-WRF indica un grande ciclone sul Tirreno. Nonostante non sia previsto un campo di vento particolarmente intenso, saranno possibili raffiche di 80-100 km/h. La posizione della bassa pressione favorisce un forte accumulo di umidità dai mari molto caldi intorno alla Sicilia, fornendo un’estrema instabilità che alimenterà le tempeste intorno al centro del sistema.

La maggior parte dei modelli indica la posizione del Medicane sul Tirreno occidentale, a est della Sardegna. Inoltre, forti venti da est produrranno un flusso orografico persistente verso la Sardegna orientale e quindi aumenteranno notevolmente la minaccia di precipitazioni estreme e alluvioni lampo nelle aree di montagna. Come simulato dal modello WRF-NMM, l’”Uragano Mediterraneo” potrebbe muoversi verso la parte meridionale della Sardegna e poi verso la costa dell’Algeria settentrionale nel weekend. Tuttavia, le incertezze rimangono alte e la futura evoluzione del sistema dipenderà molto dalla prima attività che si svilupperà nel Tirreno.

Lo sviluppo di un Medicane potenzialmente pericoloso con estreme precipitazioni sta diventando sempre più probabile e potrebbe produrre devastanti alluvioni lampo sulle aree costiere della Sardegna, se trovassero conferma le enormi quantità di pioggia anticipate dai modelli: si parla di 200-300 mm in 48 ore. MeteoWeb continuerà a pubblicare aggiornamenti sugli sviluppi di questa situazione preoccupante. Intanto, ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: