Quanto è alto realmente l’Everest? Il Nepal gli riprende le misure

I libri di scuola e gli atlanti potrebbero dover correggere la cifra forse più celebre fra tutti i numeri della geografia: 8.848, ossia i metri d'altezza dell'Everest, la vetta più elevata della Terra

I libri di scuola e gli atlanti potrebbero dover correggere la cifra forse più celebre fra tutti i numeri della geografia: 8.848, ossia i metri d’altezza dell’Everest, la vetta più elevata della Terra. Il Dipartimento di Cartografia del Nepal ha già intrapreso una nuova misurazione rispetto a quella stabilita nel 1954, al fine di accertare se il disastroso terremoto dell’aprile 2015, quando morirono novemila persone, abbia modificato l’altezza di sua maestà l’Everest.

“Abbiamo già cominciato la prima fase di livellazione” ha detto il direttore generale del Dipartimento, Ganesh Prasad Bhatta, che coordina le operazioni partite dalla località di Bansghari, 140 chilometri a sud dell’Everest, l’11 giugno scorso. Occorrerà tempo, circa un paio di anni, per i rilievi, terminati i quali sarà possibile capire quali sono stati gli effetti per l’Everest degli spostamenti delle placche tettoniche. Per portare a termine il progetto verrà utilizzata la tecnologia più avanzata per le misurazioni gravimetriche e altimetriche, per le stime matematiche e per le ispezioni con Gps.

“Ci avvarremo dell’ausilio di esperti e degli scienziati internazionali e del ricorso alle strumentazioni più avanzate per realizzare la misurazione” ha aggiunto Bhatta, informando che parteciperà anche la Iag (l’Associazione internazionale di geodesia). Resterà fuori il Dipartimento di Scienza e Tecnologia dell’India, che annunciò unilateralmente a gennaio scorso la propria intenzione di misurare l’Everest. L’iniziativa nepalese prevede un investimento di 1,4 milioni di dollari, di cui finora 194 mila anticipati dalle autorità di Katmandu.

L’altezza del ‘tetto del mondo’ fu fissata dal topografo indiano B.L. Gulatee nel 1954 e precisata nel 1975 di qualche centimentro, a 8.848,13 centimentri. Nel ’99 un team statunitense, utilizzando la tecnologia Gps, espresse la misura di 8.850 metri più uno di neve. Nel 2006 infine, la Cina stimò un’altezza di 8.844,4 metri più tre e mezzo di neve. Stime che non hanno scalfito i numeri del 1954. Si ritiene che la catena dell’Himalaya aumenti ogni anno di quattro millimetri l’altezza per il movimento delle placche tettoniche, ma il grande terremoto del 2015 potrebbe aver causato più cospicue conseguenze.