Le si rompono le acque ma non fa in tempo a raggiungere l’ospedale: donna partorisce in auto [FOTO]

Le si rompono le acque, ma non fa in tempo a raggiungere l'ospedale: una donna ha partorito, nella notte a Torino, sull'auto fermata in fretta e furia lungo la strada per l'ospedale

Le si rompono le acque, ma non fa in tempo a raggiungere l’ospedale: una donna ha partorito, nella notte a Torino, sull’auto fermata in fretta e furia lungo la strada per l’ospedale.

Il parto in corso Casale, è avvenuto poco prima delle 2. Assistiti dall’infermiere della Centrale del 118, ha poi atteso l’arrivo della medicalizzata che, dopo il parto, ha messo in sicurezza mamma e bimba e le ha portate all’ospedale Sant’Anna. Entrambe stanno bene. La neonata è stata chiamata Stella.

Paura non ne ha mai avuta. Neppure quando le doglie si sono fatte talmente ravvicinate da capire che era arrivato il momento. “Un parto così non me lo sarei mai immaginato. Era tutto pronto, ma Stella ha deciso di nascere prima del tempo”, racconta Tatiana, 35 anni, che la scorsa notte ha dato alla luce la sua bambina in auto, a Torino, lungo il tragitto che da casa l’avrebbe condotta in ospedale.

“Mio padre guidava, mia mamma era vicino a lui mentre io ero seduta dietro”, racconta la neo mamma. “Ho avuto le contrazioni e la piccola e’ nata. Allora ho seguito le direttive del corso pre-parto: mi sono scoperta il petto e ho appoggiato la bimba al ventre, per tenerla calda. Paura? No, solo una grande felicita’”.

La donna è arrivata al Centro Nascite dell’ospedale Sant’Anna con la piccola in braccio. Ad attenderla il marito, Francesco, 37 anni, e i medici. “Abbiamo controllato le condizioni di salute della donna e della figlia. Stavano bene – spiega la responsabile e ostetrica del Centro Nascite Sant’Anna, la dottoressa Lucrezia D’Antuono – Tatiana e’ stata seguita da noi per tutta la gravidanza. Ha partecipato ai corsi di preparazione al parto, che, ieri notte, si sono rivelati molto utili”. Stella pesa 3,4 chili e sta bene. A seguire lei e la madre sono i medici coordinati dal professore Guido Menato, direttore del dipartimento di Ostetricia e Ginecologia 2 del Sant’Anna.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...