Sicilia, è emergenza: la frana sull’A18 continua a muoversi, sarà un’altra notte da incubo [FOTO LIVE]

Emergenza dissesto in Sicilia: la grossa frana che s’è staccata da un costone dei Peloritani la scorsa notte bloccando l’A18 Messina-Catania sta continuando a muoversi

La Sicilia orientale, a Letojanni in provincia di Messina, si prepara a vivere un’altra notte da incubo dopo quanto accaduto alle 04:00 di stamattina quando un forte boato ha svegliato i residenti che hanno assistito allo scivolamento della grossa frana di un costone dei monti Peloritani sull’Autostrada A18 che collega Messina a Catania. Adesso l’unica differenza è che la frana è monitorata da uomini a valle e da un drone che la rileva e fotografa dall’alto, ma continua a scendere giù piano piano.

frana A18 Letojanni foto di Stefania Vinciguerra (9)Le autorità stanno studiando cosa fare. L’autostrada è chiusa in entrambe le direzioni da stamattina, con conseguente caos della viabilità nelle strade secondarie. I paesi del litorale non erano preparati a questo enorme flusso di auto e tir. Ci sono alcuni ponti, come quello di Sant’Alessio, che non sono in grado di sopportare determinati carichi, e quindi i tir sono costretti ad alternarsi uno ciascuno, con conseguenti lunghissimi rallentamenti. Le code sono chilometriche, la situazione molto complessa.

La frana si trova precisamente tra contrada San Filippo e contrada Fondaco Prete, a Letojanni. A franare è stata gran parte della montagna su cui si trova l’ex villaggio turistico Valtour. Ecco le foto scattate in diretta da Stefania Vinciguerra:

Questo slideshow richiede JavaScript.