Solfatara di Pozzuoli, Procura di Napoli apre inchiesta per “omicidio colposo”

Solfatara di Pozzuoli, la Procura di Napoli ha aperto un fascicolo con l'ipotesi di reato di omicidio plurimo colposo

La Procura di Napoli ha aperto un fascicolo per un’ipotesi di reato di omicidio plurimo colposo per accertare se vi siano state responsabilità su quanto avvenuto ieri nella Solfatara di Pozzuoli dove hanno perso la vita un bambino di 11 anni e i suoi genitori: una famiglia originaria del Piemonte e residente in Veneto, in vacanza in Campania. Per ora non risultano persone indagate. Intanto nella giornata di oggi sono proseguite visite e rilievi tecnici sul luogo dell’accaduto e sono stati ascoltati alcuni testimoni. I magistrati, che hanno svolto una riunione nella cittadella giudiziaria partenopea, hanno formalizzato il sequestro dell’area dove si è aperto il cratere e dove si sono avute le tre vittime. Nei prossimi giorni verranno nominati i periti ed effettuata l’autopsia sui componenti della famiglia deceduta. L’unico superstite, un bimbo di sette anni, è stato affidato ai nonni e agli zii giunti a Napoli nella tarda serata di ieri. Il piccolo è stato assistito da psicologi e assistenti sociali del Comune di Pozzuoli dove oggi, per disposizione del sindaco Vincenzo Figliolia, è stato proclamato il lutto cittadino. Bandiere a mezz’asta e un minuto di silenzio negli uffici pubblici e nelle scuole con le serrande dei negozi abbassate in tutta la città.