Brasile, stato di crisi a Rio de Janeiro: disastrose inondazioni, frane e venti fino a 110km/h lasciano almeno 5 vittime e un disperso [FOTO e VIDEO]

Dichiarato lo stato di crisi a Rio de Janeiro per le inondazioni, le frane e la caduta di alberi provocate dalla pioggia intensa e dai venti fino a 110km/h: almeno 5 vittime

Almeno 5 persone hanno perso la vita e una risulta dispersa dopo il violento temporale che si è abbattuto su Rio de Janeiro nella notte. Le autorità hanno dichiarato lo stato di crisi per le inondazioni, le frane e la caduta di alberi provocate dalla pioggia intensa e dai venti fino a 110km/h. Per le vittime causate da questo intenso maltempo il sindaco della città, Marcelo Crivella, ha dichiarato 3 giorni di lutto cittadino.

Madre e figlio hanno perso la vita quando la loro casa a Guaratiba, nell’estremo della Zona Ovest di Rio, è crollata e li ha lasciati sepolti sotto una valanga di fango. Nel frattempo nella favela Rocinha, nella Zona Sud della città, un uomo è morto a causa di una frana che ha portato all’evacuazione di vari settori della comunità. Nella favela, una delle più grandi della città, sono caduti 153mm di pioggia in 4 ore, oltre la metà della media storica per tutto il mese di febbraio.

Non molto distante da lì, un’altra persona è morta per una frana che ha abbattuto parte della pista ciclabile Tim Maia, costruita per i Giochi Olimpici del 2016, che corre parallela alla strada in cui i residenti erano rimasti intrappolati a causa del fiume di fango. Si ritiene che un passeggero di un bus, ancora disperso, sia sepolto laggiù. Sul posto sono al lavoro i vigili del fuoco. La quinta vittima ufficiale è stata ritrovata in mezzo alle macerie di una casa nella favela di Vidigal. Nel vicino hotel Sheraton, l’acqua ha completamente allegato la hall e ha seminato il panico tra i turisti che vi soggiornavano.

I residenti hanno pubblicato numerosi video sui social network della furia dell’acqua in città. In molti casi, la corrente ha trascinato via decine di auto e anche qualche persona, come potrete vedere nei video in fondo. La Zona Sud della città è stata la più colpita, con veri e propri fiumi in piena che sembravano attraversare le strade, travolgendo tutto ciò che incontravano sul loro cammino.

Si riporta la caduta di almeno 170 alberi a causa dei forti venti con raffiche fino a 110km/h che hanno iniziato a sferzare la città nella notte. Numerosi quartieri sono rimasti senza energia elettrica. A causa della caduta degli alberi e delle inondazioni, sono moltissime le strade rimaste chiuse al traffico. Il Centro delle Operazioni di Rio (COR) ha raccomandato ai residenti di non uscire dalle case e di spostarsi solo nel caso di estrema necessità. I servizi di trasporto pubblico e gli aeroporti sono rimasti sospesi per alcune ore fino all’alba, per poi riprendere le attività in mattinata.

Le previsioni meteo ora parlano di piogge moderate con raffiche isolate e venti da moderati a forti. Attesa una massima di +31°C in piena estate australe. Nel 2019, Rio ha vissuto il gennaio più caldo dall’inizio delle registrazioni ufficiali nel 1922, con una temperatura media di +37,4°C.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 2 votes.
Please wait...