Sterno in titanio: ultima frontiera della medicina in 3D [GALLERY]

Lo sterno in titanio rappresenta l’ultima frontiera dela medicina in 3D presso l’istituto ortopedico Rizzoli di Bologna. Ecco perc

Presso l’Istituto ortopedico Rizzoli di Bologna è stata compiuta un’operazione da record: un successo per la medicina italiana e internazionale, l’impianto di uno sterno in titanio.
Per la prima volta in italia 2/3 dello sterno e parte di 6 costole sono stati sostituiti da un impianto in lega di titanio, stapato in 3D.
L’intervento è stato eseguito lo scorso 8 maggio, su una ragazza 27 enne pugliese che vuol conservare l’anonimato, alla quale è stata impiantata una protesi realizzata in una speciale lega in titanio, vanadio e alluminio per permettere maggiore malleabilità e flessibilità.  La protesi, progettata al millinetro, su misura della paziente, affetta da un tunore rarissimo: una neoplasia a cellule giganti dello sterno, con soli 9 casi in letteratura. Un traguardo davvero importante e la paziente, oggi, a 5 mesi dall’intervento, sta bene ed è tornata ad una vita normale.
Insieme alla protesi, le è stata impiantata una fascia tendinea proveniente dalla Banca del tessuto muscolo-scheletrico del Rizzoli, che conserva e distribuisce oltre il 50% del tessuto da donatore usato in Italia.