Maltempo USA, la tempesta Alberto porta piogge intense e venti forti al sud: 2 morti [FOTO e VIDEO]

La tempesta, nata dalle acque calde del Golfo del Messico, è ora un ampio sistema che sta portando piogge intense in tutta l’area

I meteorologi avvisano che Alberto, una depressione ancora pericolosa, sta portando forti piogge negli Stati Uniti meridionali, aumentando il rischio di alluvioni lampo.

La prima tempesta di questa stagione degli uragani sull’Atlantico ha raggiunto la Florida ieri pomeriggio per poi ridursi durante la notte mentre si muoveva verso l’interno. La tempesta, nata dalle acque calde del Golfo del Messico, è ora un ampio sistema che sta portando piogge intense in tutta l’area.

Sebbene la tempesta si sia ridotta, i meteorologi hanno avvisato delle sue potenzialità di creare alluvioni lampo nelle prossime ore o nei prossimi giorni mentre si diffonderà verso Alabama, Georgia, Tennessee e le Carolina. Oltre al rischio di alluvioni lampo, il sistema potrebbe anche creare alcuni tornado isolati. Stati di emergenza sono stati dichiarati in Florida, Alabama e Mississippi a causa dei potenziali effetti della tempesta.

Le autorità finora non hanno attribuito alcuna morte direttamente ad Alberto, ma nella Carolina del Nord due giornalisti hanno perso la vita mentre stavano realizzando un servizio nelle zone limitrofe al sistema. Le autorità riferiscono che un grosso albero è stato sradicato dal suolo inzuppato di acqua, cadendo sul SUV del team e uccidendo i due sul colpo. Tuttavia, le autorità non attribuiscono le responsabilità della tragedia ai 5 cm di pioggia che erano caduti sul luogo nella giornata di ieri, bensì ad una settimana di pioggia che aveva fatto staccare le radici dal suolo.

Tra i 10 e i 25 cm di pioggia potrebbero cadere su Florida, Alabama e Georgia occidentale prima che la tempesta continui il suo percorso. Diluvi isolati fino a 30 cm di pioggia sono possibili in alcuni punti mentre il sistema si muove verso la Valle del Tennessee nella giornata di oggi, 29 maggio, e nel corso della settimana verso la Valle dell’Ohio e la regione dei Grandi Laghi.

Già nella giornata di ieri, Alberto ha provocato alte onde e maree lungo le spiagge della Costa del Golfo, molte delle quali esponevano bandiere rosse e divieto di balneazione. Alcune delle fasce di pioggia si sono diffuse a centinaia di chilometri di distanza dal centro del sistema.