Forte tempesta di neve e ghiaccio sulla metà orientale degli USA: record in Illinois, blackout e centinaia di incidenti. 7 vittime [FOTO]

Una potente tempesta ha colpito gran parte della metà orientale degli USA con un mix di neve e ghiaccio che ha interrotto la fornitura di energia elettrica, cancellato voli e contribuito a centinaia di incidenti stradali

Una potente tempesta di neve, che ha contribuito ad almeno 7 vittime nel Midwest degli Stati Uniti, ha colpito l’area con un mix di neve e ghiaccio che ha interrotto la fornitura di energia elettrica, cancellato voli e contribuito a centinaia di incidenti stradali. La tempesta ha iniziato a svilupparsi con intense nevicate e pioggia congelantesi su Kansas e Missouri nel pomeriggio di venerdì 11, estendendosi poi per tutto il weekend. Qualche località nel Missouri nordorientale ha ricevuto 50cm di neve. Alcuni automobilisti sono rimasti bloccati per ore sulle strade interamente coperte di neve.

La polizia della Virginia ha dichiarato che il conducente di un veicolo militare è morto dopo aver perso il controllo sull’Interstate 81 a causa delle condizioni scivolose della strada. Ronadl W. Harris, 73 anni, di Gainesville (Georgia) è morto dopo che il suo veicolo è stato colpito da due autoarticolati. I conducenti dei due mezzi pesanti sono stati trasportati in ospedale per le ferite riportate, ma non sono in pericolo di vita.

La polizia della Virginia è intervenuta per oltre 300 incidenti stradali e ha aiutato quasi 200 veicoli in difficoltà. La tempesta ha causato blackout che hanno interessato quasi 200.000 persone in Virginia e Carolina del Nord. Proprio qui, il Governatore Roy Cooper ha dichiarato lo stato di emergenza per aiutare gli operai a ripristinare l’elettricità più velocemente dopo la caduta dei pali della luce a causa di ghiaccio, pioggia congelantesi e alberi abbattuti. Le montagne e le colline nell’ovest dello stato sono state le aree più colpite: 1.000 operai sono stati chiamati per ripulire neve e ghiaccio. Nel frattempo, la tempesta ha causato non pochi problemi ai viaggiatori, con la cancellazione di oltre 250 voli in 3 importanti aeroporti dell’area.

L’area metropolitana di Washington D.C., il nord della Virginia e parti del Maryland hanno ricevuto quantitativi totali compresi tra 12 e 20cm fino alla serata di ieri, 13 gennaio. Il centro della Virginia ha avuto quantitativi minori (solo 2,5cm) ma la neve è stata seguita da ore di nevischio e pioggia congelantesi. La maggior parte delle scuole pubbliche nel nord della Virginia e nella contea di Prince George, in Maryland, ha cancellato le lezioni. A Baltimora, nel Maryland, un uomo è stato ucciso a colpi di arma da fuoco mentre spalava la neve: l’uomo di 43 anni è stato colpito alla testa e alle spalle da una persona non ancora identificata ed è poi morto in ospedale.

Nel frattempo, l’Illinois sta cercando di riemergere dalle pesanti nevicate che hanno sepolto alcune aree dello stato. Secondo le autorità, la capitale Springfield  ha infranto un record di 55 anni fa sulla quantità di neve caduta in un solo giorno. Il Servizio Meteorologico Nazionale riporta che i 21,3cm di neve caduti su Springfield hanno battuto il record del 12 gennaio del 1964 di 16,7cm. In 3 giorni, sono caduti circa 29cm sulla capitale. Jacksonville, circa 50km ad ovest di Springfield, è stata sepolta sotto 40cm di neve. Tra le vittime di questa ondata di gelo e neve, anche un agente di polizia dell’Illinois, colpito da un’auto quando è intervenuto in un incidente tra 3 veicoli nella periferia di Chicago. Secondo le autorità, il 34enne Christopher Lambert stava tornado a casa quando si è fermato per intervenire in un incidente. Ha posizionato la sua volante per proteggere le altre 3 auto, venendo poi investito.

Nella gallery a corredo dell’articolo, le immagini più significative di questa letale tempesta sugli Stati Uniti.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...