Mosca sommersa dalla “nevicata del secolo”, battuto il record del 1957: un morto, incidenti, blackout e voli cancellati [GALLERY]

La neve che si è accumulata ha raggiunto un’altezza di 62 cm, quasi uguale alla quantità totale della neve dell’intero mese di febbraio degli anni precedenti

Mosca ha visto la sua nevicata più abbondante in un solo giorno da quando sono cominciate le rilevazioni. Quella che è stata definita come “la nevicata del secolo” ha prodotto oltre 40 cm di neve in una sola giornata, che equivalgono a oltre la metà della neve che cade in media in un mese, battendo il record precedente che risaliva al 1957.

Di conseguenza, almeno 109 voli sono stati ritardati e 28 sono stati cancellati dagli aeroporti di Mosca. Le condizioni di guida nella città possono essere descritte solo come estremamente pericolose, con gli automobilisti avvisati di stare lontano dalle strade a causa della forte neve e delle condizioni ghiacciate. La situazione meteorologica ha prodotto un’emergenza in tutta l’area di Mosca.

A causa della neve, molte linee elettriche sono venute giù, provocando blackout elettrici che hanno influenzato migliaia di persone nell’area. La caduta di un albero ha provocato il crollo di una linea elettrica che ha ucciso una persona e ne ha ferite altre 5 nella città. Il vice-sindaco di Mosca, Pyotr Biryukov, ha dichiarato che sono caduti oltre 2.000 alberi. I servizi di emergenza della capitale russa hanno emesso avvisi per i residenti sulle condizioni meteorologiche, incitando i cittadini a seguire le raccomandazioni delle autorità per garantire la loro sicurezza.

Il sindaco di Mosca ha dichiarato che non è obbligatoria la frequenza a scuola a causa della neve e ha avvisato i pendolari ad usare il trasporto pubblico invece delle loro auto. I giorni di neve hanno innescato un brusco aumento degli incidenti stradali e hanno influito gravemente sul trasporto pubblico. Secondo dati ufficiali, in un’unica giornata si sono verificati 19 incidenti, nei quali sono rimaste ferite oltre 20 persone. Gli spazzaneve stanno lavorando nella città dal weekend, ripulendo le strade della quantità record di 2.1 milioni di metri cubi di neve!

Le unità dell’esercito russo sono state chiamate ad aiutare a ripulire la nevicata record che ha paralizzato la città e le regioni vicine nel weekend. Il Ministro della Difesa della Russia ha annunciato che 100 soldati, due livellatrici e uno spazzaneve sono stati dispiegati per rimuovere la neve nella città di Krasnogorsk, appena fuori Mosca. Oltre alle truppe spiegate nell’area di Mosca, sono state allertate le unità speciali del Distretto Militare della Russia Orientale nelle vicine regioni di Smolensk, Bryansk, Vladimir e Tula. Nella regione di Tatarstan, a circa 800 km a est di Mosca, circa 15.000 persone sono senza energia elettrica a causa della neve e del vento. A Penza, circa 600 km a sud-est dalla capitale, i blackout elettrici hanno colpito 21.000 persone, mentre a Saratov, a poco di più di 800 km da Mosca, le persone colpite sono 24.000.

Nonostante il caos, molte persone sui social media sembrano essere proprio felici di rivedere un “vero inverno russo” dopo il disgelo degli ultimi anni e hanno cominciato a condividere foto del paesaggio innevato. La città ha infranto un altro record a dicembre quando ha registrato la minor quantità di sole vista in un mese.

Secondo le autorità meteorologiche locali la neve che si è accumulata durante il weekend ha raggiunto un’altezza di 62 cm, quasi uguale alla quantità totale della neve dell’intero mese di febbraio degli anni precedenti. Si prevede che la tempesta continuerà a colpire Mosca nei prossimi giorni, con venti che soffieranno fino a 20 metri al secondo.