Allerta Meteo, nuova potente tempesta di vento su Isole Britanniche e Scandinavia: forti piogge e venti di 130-160 km/h [MAPPE e DETTAGLI]

Dopo la tempesta Alì, le Isole Britanniche sono attese da un’altra tempesta di vento, che potrebbe prendere il nome di Bronagh

Dopo la tempesta Alì che ha provocato due vittime e ferito decine di persone, le Isole Britanniche sono attese da un’altra tempesta di vento, che potrebbe prendere il nome di Bronagh: un’altra profonda bassa pressione attraverserà l’area stasera, portando venti distruttivi.

Una nuova profonda bassa pressione si sviluppa sull’Oceano Atlantico a ovest di Irlanda e Regno Unito. Si sposterà sui due stati tra stasera e la mattina di domani, 21 settembre. I modelli ad alta risoluzione concordano sul fatto che la bassa pressione produrrà una nuova e intensa tempesta di vento su parti delle Isole Britanniche. I modelli ARPEGE e ICON-EU concordano ampiamente su forti venti in Galles, Inghilterra meridionale e Scozia tra stasera e domani. Indicate raffiche massime comprese tra 130 e 160 km/h. Attese anche importanti precipitazioni di oltre 50 mm e localmente fino a 100 mm.

Per permettere ai residenti di prepararsi al meglio, il Met Office, il servizio meteorologico britannico, ha emesso due allerte per la giornata odierna: la prima per forti piogge sul Galles e parti dell’Inghilterra nordoccidentale, mentre la seconda, che copre gran parte dell’Inghilterra e del Galles, si concentra sul caos che il vento porterà. Il Met Office esorta i cittadini ad essere cauti, affermando che sono possibili anche allagamenti di strade e abitazioni e che i forti venti rappresentano un pericolo per le vite umane e gli edifici. “Esiste la possibilità di danni agli edifici, come tegole spazzate via dai tetti o rami e alberi abbattuti”, riporta il Met Office. Da tenere in conto profonde alterazioni del traffico sulle strade e la possibilità che i servizi di treni e traghetti subiscano cancellazioni, soprattutto nelle aree più colpite dal vento.

La tempesta che attraverserà le Isole Britanniche si rafforzerà ulteriormente sul Mare del Nord domani mattina e si dirigerà verso Danimarca, Norvegia meridionale e Svezia sudoccidentale, portando raffiche di vento estremamente forti.

Un ciclone molto profondo si intensificherà mentre si muoverà sull’Europa occidentale verso la Scandinavia meridionale, in risposta ad un nucleo di bassa pressione molto freddo associato ad una profonda depressione nordatlantica. Il ciclone si svilupperà in un’intensa tempesta di vento entro la mattinata sulle acque aperte del Mare del Nord e si spingerà su Danimarca e aree circostanti nelle ore pomeridiane. Un forte gradiente di pressione contro la dorsale ad est produrrà un campo di vento molto intenso tra le due caratteristiche.

I modelli ICON-EU, ARPEGE e GFS concordano su raffiche di vento comprese tra 120 e 160 km/h, anche sulla Danimarca nord-settentrionale, lungo la costa della Norvegia meridionale e verso le aree costiere della Svezia sudoccidentale. Insieme ai venti di forte intensità, sulle coste sono attesi anche mari mossi e onde alte. Un’ulteriore minaccia associata a questo ciclone saranno le eccessive precipitazioni orografiche sulle zone montuose della Norvegia sudoccidentale: secondo i modelli ARPEGE e ICON-EU, in circa 24-30 ore, quindi fino alla mattina di sabato 22 settembre, potrebbero accumularsi fino a 120 mm di pioggia.