Terremoto di stanotte nel mar di Sardegna, esperto Ingv: “tutt’Italia è a rischio sismico, anche la Sardegna”

Stanotte, come abbiamo segnalato in quest’articolo, una scossa di terremoto di magnitudo 4.5 ha colpito il mar di Sardegna, tra il nord Africa, le Baleari e, appunto, la Sardegna. La scossa, pur distante dall’isola, è stata lievemente avvertita dalla popolazione anche perchè, come risulta dai dati dell’USGS, non è stata molto profonda. Sul sito internet, l’Ingv non ha riportato la scossa ma stamattina abbiamo contattato il funzionario della Sala Sismica che ci ha confermato la magnitudo 4.5 aggiungendo che “sì, è assolutamente possibile che la scossa sia stata avvertita in Sardegna, abbiamo avuto segnalazioni in tal senso. Seppur in modo lieve, è stata avvertita“.
Il sismologo ci ha poi spiegato che anche questa scossa è provocata dal movimento della placca Africana verso nord, contro la placca eurasiatica, provocando scosse sismiche in molte zone del Mediterraneo, dal nord Africa fino alle Alpi, dalla penisola Iberica al Medio Oriente: “si tratta – ci ha detto il funzionario della sala sismica dell’Ingv – di scosse generate dallo stesso movimento, anche se la deformazione non è uguale tra le varie zone, c’è dove si verifica con più frequenza e intensità, come sull’Appennino italiano, e dove invece i terremoti sono più deboli e più rari. Comunque per questo motivo, noi precisiamo sempre che tutta l’Italia è sismica, anche la Sardegna. Se guardate la nostra mappa lo vedrete, che anche la Sardegna è classificata come zona sismica, dove potrebbero verificarsi anche terremoti di una certa intensità, anche superiori a magnitudo 5“.