Terremoto, Franceschini assicura 4 milioni per le attività culturali: “segnale importante per recuperare il patrimonio” [GALLERY]

"Il Senato ha approvato un emendamento che prevede lo stanziamento di 4 milioni per le attività culturali dei Comuni del cratere sismico, per l'anno 2017"

“Il Senato ha approvato un emendamento che prevede lo stanziamento di 4 milioni per le attività culturali dei Comuni del cratere sismico, per l’anno 2017”. Lo ha detto oggi il Ministro dei Beni culturali Dario Franceschini intervenendo ad Osimo – in provincia di Ancona all’inagurazione della mostra “Capolavori dei Sibillini. L Arte dei luoghi feriti dal sisma” presso gli spazi di Palazzo Campana. La mostra raccoglie le opere custodite dalla Rete museale dei Sibillini, in otto comuni delle province di Macerata Fermo e Ascoli Piceno,i cui musei e pinacoteche sono state rese inagibili dal Terremoto.

“Occorre fare un sforzo a livello nazionale per far ripartire le attivita’ e tutelare il patrimonio artistico dei paesi colpiti dal sisma – ha detto Franceschini – stabilendo insieme alle autorita’ ecclesiastiche delle priorita’ rispetto alle chiese e alle opere sulle quali intervenire. Fondamentale sara’ la collaborazione tra tutti i livelli istituzionali e gli operatori sul territorio, che dovra’ andare verso una ricostruzione degli edifici da realizzare con criteri antisismici. Il Ministero dal canto suo – ha aggiunto Franceschini-mettera’ in campo tutte le risorse necessarie per favorire questa rinascita delle comunita’ locali che hanno proprio nel patrimonio culturale e artistico la loro identita’, come dimostrato nel periodo seguito al Terremoto.” In mostra ad Osimo tele e dipinti di grandi pittori attivi nei secoli tra il Quattrocento e il primo Settecento come Ghezzi , De Magistris, Duranti, Pagani, Ricci, Spadino e altri. La opere provengono da Montefortino. San Ginesio- Montefalcone , Smerillo, Monte Rinaldo, Montelparo, Montalto Marche, Loro Piceno. Esposti anche i paramenti liturgici in seta e oro, dedicati al Papa Sisto V, che testimoniano del notevole livello raggiunto dall arte del ricamo nel corso del Cinquecento.

“La presenza del ministro Franceschini è un segnale molto importante dell’attenzione del Governo verso questi territori martoriati dai drammatici terremoti, come Camerino con il suo bellissimo centro storico gravemente ferito”. Lo ha detto l’assessore regionale al Turismo-Cultura Moreno Pieroni a margine della visita delministro a Camerino. “Avere il ministro qui – ha continuato Pieroni – e’ anche uno stimolo per tutti noi ad impegnarci senza sosta verso queste aree, a dare il massimo contributo perche’ vengano restituite le opportunita’, oltre che le condizioni di vivibilita’, ai cittadini. Ma vivibilita’ significa anche restituire l’identita’ culturale fatta di edifici storici, di capolavori d’arte, di tesori architettonici, di contenitori culturali. Occorre quindi tutelare prima e poi recuperare in tempi accettabili questo patrimonio, che sia mantenuto nelle zone di provenienza e quindi, realizzati gli interventi di recupero e restauro, avere la possibilita’ di esporre queste opere d’arte che vogliamo valorizzare per tenere alta l’attenzione su questi territori e riattirare quel flusso turistico che le Marche meritano. Siamo felici di questa visita e sensibilizzeremo costantemente il ministro Franceschini perché la regione possa avere i giusti finanziamenti per un rapido recupero di questo patrimonio“.