Terremoto Pozzuoli: “Il bradisismo flegreo si fa sentire ancora, tra la Solfatara e Agnano Pisciarelli”

Un terremoto magnitudo Md 1.5 si è verificato a 4 km sudest da Pozzuoli (Napoli), alle 03:34:45, ad una profondità di 3 km.
L’evento è stato localizzato dalla Sala Operativa INGV-OV (Napoli).

In merito al sisma, il senatore Franco Ortolani, esperto geologo, ha dichiarato: “Il bradisismo flegreo si fa sentire ancora a Pozzuoli.
Nelle prime ore del 8 ottobre 2018, cioè oggi, alcuni terremoti di bassa magnitudo ubicati sempre tra la Solfatara e Agnano Pisciarelli, e da attribuire alla lenta attività bradisismica, si sono fatti “sentire”.
Ricordiamo che in quest’area è stato avanzato un progetto di centrale geotermoelettrica sperimentale che con la reiniezione in pressione dei fluidi estratti avrebbe causato sismicità indotta.
Il progetto contrastato è stato bloccato dalla Regione Campania.
Come già detto l’attività sismica di bassa magnitudo potrebbe annunciare l’inizio di una fase di risalita veloce del bradisismo come accadde tra 1983 e 1984.
L’attenzione istituzionale è ai massimi livelli perchè dopo l’ultimo bradisismo finito nel 1985 in parte di Pozzuoli è stata realizzata la rete di distribuzione del metano.
Si ricorda che uno dei problemi bradisismici nel centro storico fu la dilatazione anomala dei terreni che costituiscono il sottosuolo con conseguenti rotture delle tubazioni dell’acquedotto e delle fogne.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...