Terremoto, Renzi: “ricostruiremo Amatrice pezzo per pezzo, i soldi ci sono e garantisco io”

“Il paese lo ricostruiamo, pezzo per pezzo, ma lo ricostruiamo”: e’ quanto ha detto il premier Matteo Renzi ad Amatrice, confortando i familiari delle vittime dopo il funerale. “Faremo di tutto per controllare” che non ci siano speculatori sul terremoto. Lo ha detto il premier Matteo Renzi al termine dei funerali delle vittime di Amatrice rispondendo ad un’anziana, Rita Di Pietro, che si era rivolta commossa al presidente del Consiglio dicendogli: “Mi raccomando, stavolta nessuno si deve arricchire con la ricostruzione”. “Il controllo e’ fondamentale”, ha poi aggiunto Renzi. “Noi i soldi che servono ce li abbiamo”, “ci aiutiamo insieme”. Al termine dei funerali solenni di Amatrice, Matteo Renzi si ferma a salutare i famigliari delle vittime, li consola. E prima di ripartire per Roma scambia alcune battute con chi si avvicina e gli chiede l’impegno del governo per la ricostruzione post sisma. Il premier assicura: “Noi ci siamo, lo garantisco io”. Renzi ribadisce che le popolazioni colpite dal terremoto, ritorneranno nella loro terra, lì dove sono radicati: “Ci sarà il ritorno alla comunità”.