Forte scossa di terremoto a Taiwan: il bilancio si aggrava, corsa contro il tempo per salvare le persone intrappolate negli edifici [GALLERY]

Ecco il bilancio di morti e feriti causati dal terremoto magnitudo 6.4 che ha investito la città di Hualien, sulla costa orientale di Taiwan

Secondo la Central News Agency, che cita il centro dei soccorritori, sono 4 i morti, 225 i feriti e 143 i dispersi causati dal terremoto magnitudo 6.4 che ha investito la città di Hualien, sulla costa orientale di Taiwan.

Il sisma con epicentro 22 km a nord-est dalla località turistica taiwanese ha provocato il cedimento di alcuni edifici, tra cui un albergo, il Marshal Hotel, parzialmente collassato, nella cui struttura i soccorritori ritengono si possano ancora trovare persone intrappolate. Tra i feriti, oltre ai residenti locali, ci sono anche cittadini giapponesi e cinesi.

Dopo il sisma circa 40.000 case sono senz’acqua, le autostrade ed i ponti sono stati chiusi. Per i soccorsi è stato mobilitato anche l’esercito.

Al forte terremoto, avvertito anche nella capitale Taipei, è seguita una replica magnitudo 5.4 che ha colpito nuovamente Hualien.

Prosegue il lavoro dei soccorritori per mettere in salvo cinque persone intrappolate e altre disperse nei diversi edifici danneggiati dal forte terremoto. Un testimone oculare ha riferito alla Bbc che “le persone stanno facendo luce con i telefoni per fare sapere che sono ancora la’ dentro“. Almeno 150 persone sono state tratte in salvo da alberghi ed strutture residenziali.

Nel 1999 un terremoto di magnitudo 7.6 nel centro di Taiwan uccise oltre 2.300 persone.