Terremoto Taiwan, è un dramma: almeno 2 morti, 150 feriti e tanti dispersi

Terremoto Taiwan, drammatico aggiornamento del bilancio del forte sisma che ha colpito l'isola asiatica poche ore fa: decine di persone ancora intrappolate nell'albergo crollato. Tutte le foto

Sono almeno due le vittime e oltre 150 feriti causate dal potente terremoto che, nella notte ora locale, ha fatto tremare l’isola di Taiwan. Il sisma, di magnitudo 6.4, ha avuto come epicentro una zona ad appena 9 chilometri di profondita’, una ventina di chilometri al largo della citta’ portuale di Hualien. Il terremoto, che ha fatto tremare l’intera isola, ha causato il crollo di un albergo. Si temono numerose vittime. Gravemente danneggiati sei edifici e numerose opere infrastrutturali. La scossa e’ stata avvertita anche nella capitale Taipei. Non e’ stato lanciato l’allarme tsunami. Nell’Hotel Tongshuai, ci sono ancora un centinaio di persone intrappolate, perche’ i primi tre piani di una parte dell’edificio sono crollati. Le immagini rilanciate sui social mostrano l’hotel Tongshuai pericolosamente inclinato, con il primo piano schiacciato dal resto della struttura.

I soccorritori lottano contro il tempo per salvare decine di persone rimaste intrappolate dentro l’albergo parzialmente crollato a Hua-Lien, la citta’ piu’ vicina all’epicentro: i due morti facevano parte proprio del personale dell’albergo. Il terremoto si e’ verificato alle 23.50 ora locale a circa 20 chilometri dalla citta’ portuale, a una profondita’ di 9,5 chilometri. Non e’ scattata l’allerta tsunami e per il servizio meteorologico nazionale la scossa e’ stata di magnitudo 6.0. “Due persone sono morte e altre 144 sono rimaste ferite”, e’ il bilancio ufficiale annunciato dal premier di Taiwan Lai Ching-te, mentre il presidente ha chiesto al governo e ai ministri di attivare immediatamente il meccanismo di emergenza e di inviare squadre di soccorritori da altre regioni dell’isola. Oltre all’hotel Marshal, nei dintorni di Hua-Lien ci sono un altro albergo – il Beautiful Life – e diversi edifici gravemente danneggiati e pericolanti. Le immagini dell’hotel circolate sui social media mostrano che ad essere fortemente colpiti sono stati il piano terra e il primo piano della struttura, che di conseguenza si e’ accasciata su un lato ed e’ pericolante. I pompieri hanno utilizzato delle scale per far uscire le persone che si trovavano ai piani piu’ alti del Marshal. La circolazione nelle strade circostanti e’ stata interrotta ed e’ stato chiuso uno dei ponti principali della citta’. Altre foto pubblicate da passanti mostrano inoltre l’asfalto di un viale crepato in diversi punti. Il potente sisma di oggi era stato anticipato l’altro ieri da altre due scosse, rispettivamente di magnitudo 6.1 e 5.5. Adesso si teme per le scosse di assestamento che potrebbero verificarsi nelle prossime ore. D’altronde a Taiwan i terremoti sono piuttosto frequenti perche’ l’isola si trova proprio nel punto di congiunzione di due placche tettoniche. Si tratta della temuta e nota ‘Pacific Rim of Fire’, conosciuta per la sua attivita’ sismica dall’Alaska al sudest asiatico. Il piu’ devastante sisma a Taiwan, di magnitudo 7.6, si verifico’ nel 1999 e uccise circa 2.400 persone. Due anni fa, un terremoto della stessa intensita’ di quello di oggi fece 116 morti.