Terremoto, scossa di magnitudo 3.6 nel basso Tirreno: epicentro al largo della Calabria, nel piano di Wadati-Benioff

Terremoto, scossa di magnitudo 3.6 nel basso Tirreno a grande profondità

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.6 ha colpito alle 12:20 di stamattina il mar Tirreno, al largo della Calabria settentrionale, ad una profondità di ben 281.5km. Visto l’ipocentro molto profondo, le scosse sismiche non sono riuscite a raggiungere la superficie e la scossa non è stata avvertita dalla popolazione.

Nel basso Tirreno spesso si verificano terremoti così profondi, che in alcuni casi hanno magnitudo anche rilevante, addirittura nel 1938 ce n’è stato uno di magnitudo 7.1, uno dei più forti di sempre nella storia d’Italia. Questi terremoti si verificano in un’area chiamata “piano di Wadati-Benioff”, che definisce un piano inclinato dove la litosfera oceanica sprofonda sotto la litosfera continentale. Il nome deriva dagli scopritori, Hugo Benioff, del California Institute of Technology, e Kiyoo Wadati, dell’Agenzia Meteorologica Giapponese, due sismologi che riuscirono a identificare questi eventi prima ancora della teoria della tettonica a placche.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 4 votes.
Please wait...