Maltempo, i tifoni Soulik e Cimaron si indeboliscono dopo aver sferzato Corea del Sud e Giappone: danni, crolli e vittime [FOTO]

Cade una grande turbina eolica e crolla una sala di preghiera in Giappone: 30 feriti si aggiungono alle vittime e ai dispersi della Corea del Sud

Un tifone in indebolimento ha sfiorato Seul dopo aver sferzato la Corea del Sud con piogge intense e forti venti, lasciando un disperso e una sfilza di edifici danneggiati, voli cancellati e blackout. L’agenzia meteorologica del Giappone ha declassato un’altra tempesta dall’essere un tifone, dopo che nella notte ha attraversato una fascia della parte occidentale del Paese.

L’agenzia meteorologica sudcoreana ha dichiarato che l’intensità del tifone Soulik è calata mentre si dirigeva verso nord-est. Ma si prevede che colpirà ancora l’area di montagna nella parte orientale del Paese con piogge intense e venti forti prima di abbandonare la penisola. Anche la Corea del Nord ha riportato forti piogge a Wonsan, città della costa orientale, e nella vicina Munchon, che hanno ricevuto rispettivamente 338 e 625 mm di pioggia. La capitale Pyongyang ha ricevuto solo relativamente poche precipitazioni.

Il governo sudcoreano ha dichiarato che un uomo di circa 30 anni è stato ferito e che una donna di 23 anni risulta dispersa (sembrerebbe essere stata spazzata via dalla furia dell’acqua nell’isola di Jeju). Un ragazzo di 16 anni è stato ferito dal crollo di un muro nella contea meridionale di Goheung. Si sono verificati circa 22.000 blackout nelle case, negli edifici e nelle aziende agricole delle regioni meridionali e oltre 700 voli sono stati cancellati solo nella giornata di ieri, 23 agosto. Seul e la sua area metropolitana non hanno riportato gravi danni.

L’agenzia meteorologica giapponese, invece, ha dichiarato che Cimaron, ora tempesta tropicale, si sta dirigendo verso il nord del Paese dopo aver portato intense precipitazioni e forti venti sulla città portuale di Kobe e in altre zone del Giappone occidentale nella notte. 48.550 case sono state evacuate a Kobe per il rischio di alluvioni e frane. L’agenzia riporta che Cimaron si sta muovendo verso nord con venti di 90 km/h e raffiche fino a 126 km/h. Dovrebbe raggiungere l’isola settentrionale di Hokkaido nella notte.

La tempesta ha provocato danni sparsi, alluvioni e frane mentre si faceva strada nel Paese. Una grande turbina eolica è caduta sull’isola di Awaji e una sala di preghiera è crollata a Kyoto, con il tetto che ha quasi raggiunto il suolo: il bilancio è di 30 feriti, di cui 2 gravi. Si ritiene che 3 studenti siano stati trascinati nelle acque dell’oceano dalle forti onde su una spiaggia di Shizuoka mentre il tifone si avvicinava nella notte di mercoledì. Sono stati cancellati oltre 300 voli.

Alluvioni e frane resteranno la preoccupazione principale. Le piogge più pesanti potrebbero restare a sud di Sapporo, ma i rovesci potrebbero ancora creare pericoli per i viaggiatori a causa della scarsa visibilità e del maggior rischio di aquaplaning ad alte velocità. I forti venti che accompagneranno la pioggia potrebbero ancora danneggiare gli alberi e provocare blackout nella parte meridionale di Hokkaido. Le raffiche di vento oscilleranno tra 65 e 95 km/h, fino a 110 km/h nella punta sudoccidentale dell’isola.

Durante il weekend, Cimaron si allontanerà da Hokkaido e Soulik potrebbe sfiorare la parte dell’isola con alcune piogge. Domani, 25 agosto, qualche rovescio e qualche temporale persisteranno sulle parti di Honshu e Shikoku colpite duramente da Cimaron. Qualsiasi rovescio potrebbe dare origine a nuovi problemi di alluvioni.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...