Tornado, da Terracina a Tricase: l’autunno terribile del Sud

Da Terracina a Tricase e Crotone: i tornado dell'ultimo mese hanno sconvolto molte località del Sud tra le coste del Tirreno, la Calabria jonica e il Salento. La causa? Il caldo anomalo

Il mese di Novembre si appresta a concludersi all’insegna dell’instabilità che durerà per tutta la settimana entrante sull’Italia, dopo una Domenica caratterizzata nelle scorse ore dai fenomeni estremi al Sud Italia. Due violenti tornado – infatti – hanno colpito dapprima, in tarda mattinata, la Calabria jonica a Crotone e successivamente, nel pomeriggio, l’estremità sud/orientale del Salento, tra Tricase e Capo di Leuca.

E’ un autunno terribile per i fenomeni estremi nel Mediterraneo: il caldo anomalo che ha caratterizzato i mesi di Settembre, Ottobre e Novembre ha innescato fenomeni temporaleschi e vorticosi molto violenti. Così sono nati tornado particolarmente distruttivi: tutto è iniziato il 29 Ottobre con la tragedia di Terracina (due morti, decine di feriti e danni gravissimi) per uno dei tornado più forti degli ultimi decenni nel nostro Paese. Poi, sempre nei giorni scorsi, Martedì 20 Novembre si erano verificati nel giro di poche ore altri tre tornado, a Cutro (Crotone), Taurisano (Lecce) e Salerno, in tutti questi casi con danni e feriti. Negli ultimi cinque giorni abbiamo avuto cinque tornado molto violenti al Sud.

Altri fenomeni minori ad Ottobre avevano colpito le acque della Calabria jonica, mentre all’estero ma sempre nel Mediterraneo si scatenavano tempeste violentissime come il tornado del 21 Ottobre a Cipro nel distretto di Nicosia, e quello del 21 Novembre a Marmaris sulle coste della Turchia sud/occidentale.

I tornado di oggi a Crotone e Tricase

Nell’ultima Domenica di Novembre il maltempo ha colpito tutto il Centro/Sud. Nelle prime ore del mattino nel Lazio un anziano è stato travolto con la sua auto mentre percorreva con un amico la Pontina vicino a San Felice Circeo. I due erano in auto quando la strada ha ceduto lasciando una voragine sull’intera carreggiata, ampia 12 metri e profonda 8. L’amico del conducente è riuscito a mettersi in salvo prima che un ammasso di fango e detriti trascinasse via l’auto con l’uomo a bordo. I vigili del fuoco hanno operato sul posto l’intera giornata e recuperato l’auto ma dell’anziano, imprenditore di 68 anni, Walter Donà, per ora non c’è traccia. Gravi disagi si sono registrati a causa del Maltempo in tutta la Regione, con strade chiuse per allagamenti anche a Roma. Proprio in quel punto della Pontina, infatti, un canale passa sotto la strada. Al lavoro anche i sommozzatori dei vigili del fuoco, che stanno scandagliando i corsi d’acqua per poter trovare il disperso. A chiarire le cause del collasso sara’ l’inchiesta aperta dalla procura.

La furia di vento, pioggia e tornado ha fatto danni anche a Sud con i tornado in Puglia, nel Salento, e in Calabria. In particolare a Crotone in località Passovecchio un grosso tornado ha danneggiato le coperture di alcune strutture, abbattuto alberi e travolto delle auto. Gravi danni nella zona industriale di Crotone e a Rocca di Neto, con diversi feriti.

Tra Capo di Leuca e Tricase, invece, nel pomeriggio è crollata la facciata della chiesetta di San Nicola, mentre a Marina Serra è crollata la canonica, per fortuna senza conseguenze per le persone. La tromba d’aria ha distrutto un bed&breakfast e devastato uno dei bar-ristoranti più rinomati, il “Mename'”. Domani molte scuole resteranno chiuse per la verifica dell’agibilità.

E quest’autunno terribile non è ancora finito…

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...