Uragano Florence, inondazioni “catastrofiche”: ha il potenziale di uccidere “molte persone”, fiato sospeso per il “landfall”

L'uragano Florence si appresta a investire la costa atlantica degli Stati Uniti: si registrano le prime alluvioni, migliaia di persone senza elettricità

L’uragano Florence è stato declassato a 1ª categoria, mentre si appresta a investire con raffiche di vento e forti piogge la costa atlantica degli Stati Uniti. Secondo il National Hurrican Center, si registrano venti a 150 km/h, ed il ciclone rimane quindi “molto pericoloso“. Il Centro continua ad avvertire che si tratta comunque di una tempesta che ha il potenziale di uccidere “molte persone” e che permane il rischio di inondazioni “catastrofiche“.

Soltanto perché la velocità dei venti è diminuita, e l’intensità di questa tempesta è scesa“, “non abbassate la guardia“, ha dichiarato il capo dell’Agenzia Federale per la gestione delle emergenze Brock Long. Potrebbero ancora esserci onde fino a 3,5 metri e Long ha invitato i residenti a prendere la situazione seriamente indipendentemente dalla categoria dell’uragano. “Questa tempestà porterà distruzione“, ha ribadito il governatore Roy Cooper: “Saranno avvertiti effetti catastrofici“. Alle 5 ora italiana Florence si trovava sull’Atlantico a 95 km da Wilmington, e si spostava in direzione nordovest. In alcune zone potrà cadere fino a un metro d’acqua.

Sono numerose le famiglie rimaste senza corrente nella Carolina del Nord: l’Emergency Management North Carolina ha aggiornato da 80.000 a 102.000 il dato sulla perdita di elettricità. Il governatore dello Stato ha reso noto che 12mila persone sono al momento ospitate in centri di accoglienza.

AFP/LaPresse

L’occhio del ciclone non ha ancora effettuato il “landfall” ma in Carolina del Nord e del Sud si registrano le prime alluvioni e inondazioni. Oltre 1.300 i voli cancellati con gravi disagi negli aeroporti della costa orientale degli Stati Uniti. L’evacuazione obbligatoria in totale ha riguardato circa due milioni di residenti nelle zone costiere.

Non stiamo sovrastimando la minaccia di allagamenti catastrofici che questa tempesta porterà“, ha spiegato l’Emergency Management della Carolina del Nord, lanciando anche un “allarme tornado” fino alle sette del mattino, le 13 in Italia.
Una tv locale, la Wcti.Tv News Channel 12, affiliata alla Abc, ha annunciato su Facebook di dover chiudere le trasmissioni “per la prima volta nella storia” perché il livello dell’acqua stava salendo troppo.

Anche la Georgia – insieme a Carolina del Nord, del Sud e Virginia – ha dichiarato lo stato di emergenza.

Sulla traiettoria dell’uragano ci sono 6 centrali nucleari.