Uragano Florence, alluvioni catastrofiche nel Nord Carolina: case allagate fino al 2° piano, intere comunità potrebbero essere spazzate via [LIVE]

L'uragano Florence continua a scaricare la sua furia devastante sulla Carolina del Nord: le strade costiere sono inondate dall’acqua schiumosa dell’oceano e dai detriti di edifici distrutti

Secondo gli ultimi aggiornamenti, il centro dell’uragano Florence sta vagando vicino Cape Fear, nella Carolina del Nord. Rimane un uragano di categoria 1 con venti massimi di 130 km/h, ma raffiche di maggiore intensità. Si sta muovendo verso ovest-sudovest a soli 6 km/h, scaricando enormi quantità di umidità dall’oceano, anche a grande distanza dalla costa. I venti di intensità di uragano si estendono fino a 110 km dal centro della tempesta, mentre quelli di intensità di tempesta tropicale fino a 315 km.

Le autorità della Carolina del Nord affermano che parti dello stato potrebbero subire alluvioni che accadono una volta ogni mille anni mentre Florence scarica pioggia e continuerà a farlo anche nei giorni a venire. Il Governatore Roy Cooper dichiara che la tempesta sta creando “distruzione” e di essere preoccupato dal fatto che “intere comunità” possano essere spazzate via. Parti dello stato hanno visto l’acqua raggiungere i 3 metri di altezza. Cooper afferma che non ci sono state vittime legate alla tempesta, ma è preoccupato per la sicurezza delle persone mentre la tempesta continua a imperversare.

L’aumento del livello delle acque ha costretto una stazione televisiva della Carolina del Nord ad evacuare la sua redazione proprio nel mezzo della diretta sull’uragano. Ore prima, quando la tempesta ha toccato terra, i dipendenti di un’emittente televisiva di New Bern, sempre nella Carolina del Nord, hanno dovuto abbandonare i loro studi, mentre le strade intorno all’edificio venivano allagate. Il servizio meteorologico in seguito ha misurato un aumento del livello dell’acqua di 3 metri nella città, che si trova vicino alla costa atlantica, circa 145 km a nord-est di Wrightsville Beach, dove è avvenuto il “landfall”. A New Bern, nei luoghi meno elevati, l’acqua ha riempito i primi e i secondi piani delle case. “Questa tempesta sta vagando su di noi da un po’ e ci aspettiamo che continui a farlo. Molta acqua, molto vento, molta “Storm Surge”, ha dichiarato una portavoce della Contea di Craven, Carolina del Nord.

Le strade costiere delle Carolina sono inondate dall’acqua schiumosa dell’oceano e dai detriti di edifici distrutti e almeno 525.000 case e aziende sono senza elettricità, quasi tutte nella Carolina del Nord. Le poche auto su una strada principale di Wilmington dovevano evitare gli alberi caduti, i detriti di metallo e le linee elettriche abbattute. Secondo gli esperti, Florence potrebbe sommergere una fascia della costa delle Carolina con 3,4 metri d’acqua proveniente dall’oceano.

Il Centro Nazionale Uragani avvisa che Florence potrebbe virare verso nord-est in direzione degli Appalachi meridionali, muovendosi sugli stati del Medio Atlantico e sul New England come depressione tropicale entro la metà della prossima settimana. Per le persone che vivono nell’entroterra, il momento di massimo pericolo per le alluvioni lampo dovrebbe arrivare nei giorni seguenti, poiché serve del tempo prima che l’acqua si riversi nei fiumi, facendoli esondare. Le autorità hanno avvisato anche della minaccia di frane e del rischio di disastro ambientale a causa degli allagamenti di siti industriali e allevamenti di animali.