Messico, l’uragano John assorbe la tempesta tropicale Ileana: venti di 165 km/h, allerta mareggiate e nubifragi [MAPPE]

L’uragano potrebbe trovarsi in una posizione tale da inviare onde verso nord  fino alle spiagge e alle acque costiere della California meridionale

L’uragano John si sta muovendo a largo della costa occidentale del Messico dopo aver assorbito la tempesta tropicale Ileana e si prevede che provocherà grandi mareggiate e nubifragi sulle parti meridionali della penisola Baja California mentre continuerà a stare lontano dalla terraferma. Un’altra tempesta tropicale si trovava ancora più a largo nel Pacifico e una tempesta tropicale si era formata nell’Atlantico settentrionale, ma nessuna delle due ha creato una minaccia per la terraferma.

Il Centro Nazionale Uragani statunitense dichiara che l’uragano John ha venti massimi di 165 km/h, ma non si prevede che possa trasformarsi in un grande uragano mentre si muove verso ovest, prima di virare verso il Pacifico verso la fine di questa settimana. È centrato circa 430 km a sud-sudovest della punta meridionale dalla Baja California e si sta muovendo verso nord-ovest a 17 km/h su un percorso che resterà in mare.

Si prevede che John si muova abbastanza lontano dalla costa del Messico da permettere alle onde di propagarsi molto più a nord del sistema tropicale. L’uragano potrebbe trovarsi in una posizione tale da inviare onde verso nord  fino alle spiagge e alle acque costiere della California meridionale a partire da venerdì, ma con più probabilità nel weekend. Le onde della California meridionale potrebbero salire fino a 2,5 metri e localmente anche fino ad altezze superiori, a seconda dell’intensità di John. Le grandi onde saranno un pericolo per piccole imbarcazioni e per i bagnanti. Potrebbero verificarsi anche piccole inondazioni costiere a causa delle onde più grandi.

Più a largo nel Pacifico, la tempesta tropicale Kristy aveva venti di 85 km/h e si stava muovendo in direzione ovest-nordovest a 13 km/h. È centrata 2,1 km a ovest-sudovest della punta meridionale della Baja California. Il Centro Uragani dichiara che Kristy potrebbe trasformarsi in un uragano nei prossimi giorni, ma dovrebbe cominciare a indebolirsi da venerdì 10 agosto.

Nel frattempo, la tempesta tropicale Debby si è formata nel Nord Atlantico, ma dovrebbe avere vita breve. I venti massimi di Debby sono stati vicini a 65 km/h e il Centro Uragani prevede che si dissiperà in pochi giorni senza minacciare la terra. È stata centrata circa 1,9 km a ovest-nordovest delle Azzorre e si sta muovendo verso nord a circa 20 km/h.