Nuova minaccia uragano per Messico e USA sulla scia di “Rosa”: “Sergio” porterà nuove precipitazioni estreme e alluvioni [MAPPE]

La traiettoria prevista per Sergio potrebbe essere tale da riportare un nuovo uragano sulla costa occidentale del Messico e scaricare ulteriori precipitazioni sulla scia dell’uragano Rosa

Ancora un grande uragano nel Pacifico orientale: si tratta di Sergio, uragano di categoria 3 che dovrebbe dirigersi verso la Penisola della Bassa California seguendo una traiettoria simile a quella dell’uragano Rosa, che solo lo scorso weekend ha provocato almeno una vittima in Messico ed enormi disagi anche nel Sud-Ovest degli USA a causa delle sue precipitazioni estreme. Sergio potrebbe rinnovare nuovamente la minaccia di nubifragi e alluvioni sull’area.

Gli ultimi aggiornamenti dai satelliti indicano una classica ventilazione con onde che vengono spinte dal centro dell’uragano. Il modello GFS prevede una traiettoria che porterà Sergio sulla Bassa California e poi verso l’Arizona sudorientale e il Nuovo Messico nel weekend della prossima settimana (13-14 ottobre). Le previsioni dell’intensità suggeriscono che Sergio rimarrà un forte uragano fino a 2 giorni prima del “landfall”. Se mantenesse l’intensità di categoria 2 o 3, il “landfall” sulla Bassa California avrebbe conseguenze molto gravi. Le mappe indicano che dopo aver toccato terra nella Bassa California, Sergio si trasformerà in una tempesta post-tropicale, che attraverserà Arizona sudorientale, Nuovo Messico centrale e Texas.

La traiettoria prevista per Sergio, quindi, potrebbe essere tale da riportare un nuovo uragano sulla costa occidentale del Messico e scaricare ulteriori precipitazioni sulla scia dell’uragano Rosa. “Durante questo weekend, la traiettoria di Sergio porterà la tempesta su acque più fredde che consentiranno un graduale indebolimento. Tuttavia, una virata verso nord è probabile all’inizio della prossima settimana, seguita da una virata verso nord-est e alla fine della prossima settimana sarà possibile un aumento della velocità”, dichiara Dan Kottlowski, esperto di uragani di AccuWeather.

Includendo Sergio, in totale ci sono stati 9 grandi uragani (categoria pari o superiore a 3) e 12 uragani nel Pacifico centrale e orientale fino a questo momento nella stagione 2018. In questo momento l’uragano più forte sull’area è Walaka, che con venti di 160 km/h continuerà a produrre onde alte nel weekend. Alcune di queste onde potrebbero raggiungere le coste occidentali delle Hawaii, anche se il sistema continuerà ad indebolirsi. Alla fine, l’umidità e la circolazione notevolmente indebolita di Walaka potrebbero essere trasportate verso nord-est nel Golfo dell’Alaska nel corso della prossima settimana.