Usa, clamorosa bufala sui “bambini rapiti e portati su Marte”. La NASA replica: “non ci sono umani sul pianeta Rosso”

Su Marte vi sarebbe una colonia di bambini rapiti sulla Terra. A veicolare l’incredibile bufala è stato l’Alex Jones Show, trasmissione radio collegata al sito complottista Infowars che ha sostenuto la campagna elettorale di Donald Trump. La NASA, che nei giorni scorsi è stata costretta a smentire la notizia falsa di un prossimo annuncia sulla scoperta di vita extraterrestre, non ha voluto commentare. Ma Guy Webster, portavoce per il progetto NASA di esplorazione di Marte, ha poi dichiarato al “Daily Beast” che “non vi sono essere umani su Marte“. Il fatto che le temperature gelide di Marte e un’atmosfera in gran parte composta da anidride carbonica rendano impossibile la vita sul pianeta rosso, non sembra aver scoraggiato il complottista Robert David Steele. “Riteniamo che vi sia una colonia su Marte popolata da bambini rapiti e mandati nello spazio per un viaggio lungo 20 anni. Quando arrivano su Marte non hanno altra alternativa che essere schiavi della colonia“, ha affermato durante una trasmissione di Jones dedicata ai bambini vittime di pedofili. Jones, ricorda il Washington Post, è noto per spacciare teorie di complotti nel suo show, diffuso su 118 stazioni radio, attraverso il sito Infowar e su Youtube. E’ stato uno dei veicoli del Pizzagate, la bufala di una rete di pedofili collegata alla campagna elettorale di Hillary Clinton. Istigato da questa storia, un uomo ha poi aperto il fuoco nella pizzeria di Washington dove sarebbe stati tenuti prigionieri i piccoli sequestrati, ma per fortuna non vi sono state vittime.