USA: il freddo estremo trasforma le Cascate del Niagara in un maestoso spettacolo di ghiaccio [FOTOGALLERY]

Tipicamente queste condizioni si verificano alla fine di gennaio e a febbraio. Questo ci fa capire meglio le estreme condizioni meteorologiche degli Stati Uniti in questo periodo

Le temperature gelide potrebbero non impedire ai turisti di visitare le Cascate del Niagara in questa prima settimana del 2018. La neve, il ghiaccio e le condizioni molto rigide hanno trasformato le cascate in un “invernale paese delle meraviglie” da togliere il fiato. Il Niagara Falls State Park promuove il turismo in inverno, ritenendo che il maestoso spettacolo sia ancora più magico. L’inizio di questo inverno è stato particolarmente freddo presso le Cascate del Niagara. Dopo i primi due giorni di gennaio, la temperatura alle Cascate era di 10,5 gradi C sotto la media. Secondo i meteorologi di AccuWeather, dicembre 2017 è stato il dicembre più freddo alle Cascate del Niagara dal dicembre del 2000. Questo dicembre è stato quasi 16 gradi C sotto la media, mentre il dicembre 2000 era 13 gradi C al di sotto della media.

Ci sono state poche temperature minime da record in questo ultimo dicembre e nel gennaio del nuovo anno nella regione. Le temperature minime da record sono state registrate il 15 dicembre a –15 gradi C, il 31 dicembre a -17° C e l’1 gennaio a quasi -19° C. Le Cascate del Niagara sono state almeno sotto lo zero ogni notte a partire dal 20 dicembre, con le temperature che non sono salite oltre lo zero in nessun punto dal 25 dicembre.

Ci sono molte leggende metropolitane secondo cui le cascate si solidificano in inverno, secondo le autorità del turismo. Tuttavia, l’unica volta in cui le Cascate del Niagara si sono ghiacciate completamente è stata nel 1848, quando il ghiaccio ha rallentato l’acqua fino allo sgocciolio, permettendole di ghiacciare. Secondo gli esperti, le cascate si sono ghiacciate più spesso in maniera significativa ma hanno comunque lasciato un certo flusso di acqua molte volte nella storia durante gli inverni più freddi. Mentre non è anormale che le Cascate del Niagara si trasformino in un paesaggio ghiacciato con temperature al di sotto dello zero, è invece raro che si congelino all’inizio dell’inverno. Tipicamente queste condizioni si verificano alla fine di gennaio e a febbraio.

Le temperature continueranno a stare sotto lo zero almeno fino a lunedì pomeriggio. Venerdì notte si raggiungerà una temperatura di -20° C. Secondo gli esperti di AccuWeather “si svilupperà tanto ghiaccio per tutto il resto della settimana e, entro il weekend, potrebbe essercene una quantità notevole”. La temperatura dell’acqua che entra nel Niagara dal Lago Erie al momento è di 0 gradi C, quindi è probabile che l’acqua ghiaccerà.