Violentissimo terremoto M. 6.4 tra Grecia e Turchia, paura nell’Egeo: case crollate, allarme tsunami nel Mediterraneo [LIVE]

Forte scossa di terremoto nel Mar Egeo, tra Grecia e Turchia: gravi danni. Lanciata un'allerta tsunami per tutto il Mediterraneo centro/orientale

Diversi edifici hanno subito danni nell’isola greca di Lesbo a seguito del terremoto di magnitudo 6.4 che ha colpito anche la vicina costa della Turchia alle 14:28 italiane di oggi, con epicentro nel mar Egeo. Lo mostrano le immagini dal posto delle tv locali. Alcune abitazioni sono addirittura crollate. Non risultano al momento vittime o feriti

La protezione civile turca (Afad) ha annunciato di aver inviato come misura precauzionale 240 tende nella zona di Karaburun della provincia di Smirne sulla costa egea. Il terremoto è stato seguito da una lunga serie di scosse di assestamento, le più forti di magnitudo 4.9, l’ultima di magnitudo 4.5 alle 16:19 del pomeriggio.

Dopo la forte scossa sismica è stata diramata un’allerta tsunami ma – precisa Alessandro Amato, sismologo dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) – “questo è un terremoto relativamente piccolo per poter generare uno tsunami. E i nostri strumenti non rilevano al momento tale rischio“. “Noi abbiamo trasmesso un allerta tsunami per tutto il Mediterraneo, ma per quanto riguarda l’Italia non c’e’ alcun rischio. Dobbiamo però attendere ancora un po’ per avere conferma. Tuttavia e’ un Terremoto piccolo tra quelli che possono generare tsunami. Ma anche un’onda di pochi centimetri, localmente puo’òare danni“, spiega Amato. La zona in cui si e’ verificato il Terremoto è una zona sismica, fa parte dell’Anatolia che ‘spinge’ verso il mar Egeo, provocando diversi terremoti su varie faglie. L’epicentro è in mare, a 10 chilometri di profondità, di fronte all’isola di Ismir, sotto l’isola di Lesbo, tra costa turca e isole greche.