Nuova bufera di vento stanotte a Capri con violente mareggiate, danni e disagi

MeteoWeb

Una burrasca di vento durante la notte ha flagellato l’isola di Capri: numerosi gli interventi dei vigili del fuoco, del personale della protezione civile e dei volontari del gruppo ‘Capri Outdoors’ per alberi abbattuti dalla furia del vento e cornicioni pericolanti. L’episodio che ha destato maggiore preoccupazione in via Tiberio: il vento ha fatto abbattere un albero che si trovava nel parco giochi per bambini adiacente la scuola elementare intitolata recentemente a Giuseppe Salvia (il vicedirettore del carcere di Poggioreale ucciso barbaramente dalla camorra). L’albero, una pianta di alto fusto, e’ caduto sul tetto di copertura del ristorante ‘Lo Sfizio’ e quindi, a causa del forte urto, e’ finito al centro della strada bloccando per alcune ore il transito dei passanti. Sul luogo si sono recati il sindaco Ciro Lembo e il vicesindaco Marino Lembo. Con il supporto dei tecnici e l’aiuto dei volontari della protezione civile dell’associazione Capri Outdoors, presieduta dall’esperto rocciatore e speleologo caprese Luigi Esposito, si e’ provveduto a far rimuovere i grossi rami e le lastre che invadevano la strada e a mettere in sicurezza l’intera area consentendo la riapertura di via Tiberio. I vigili del fuoco, nello stesso momento, erano impegnati in altri interventi in varie zone di Capri. Un altro albero di alto fusto, nella notte di paura, e’ infatti caduto in via Tuoro dove ha sfondato il tetto di una villetta. Distacco di cornicioni e caduta di calcinacci sono stati segnalati in varie zone del centro storico adiacenti la Piazzetta di Capri, con immediato intervento di vigili del fuoco, polizia municipale e protezione civile. Il pericolo e’ durato l’intera notte fino all’alba quando finalmente il vento che ha soffiato a circa 30 nodi e’ andato leggermente calando anche se le forti raffiche continuano a investire Capri e in particolare il versante nord, la parte dell’isola che apre sul Golfo di Napoli.