Meteo-Amarcord: 13 febbraio 2007-13 febbraio 2012, 5 anni dopo la “mareggiata-tsunami” di Scilla (Rc)

/
MeteoWeb

Oggi è 13 febbraio, e non possiamo fare a meno di ricordare il 13 febbraio del 2007, esattamente cinque anni fa, quando l’Italia viveva una situazione di maltempo estremo ben differente rispetto a quella di queste ore, con temperature ben più elevate e poche nevicate, ma con altri problemi altrettanto seri e gravi legati ai forti venti e alle condizioni dei mari. Una profonda perturbazione nell’alto Adriatico, in spostamento verso i Balcani, infatti, determinava proprio in quelle ore furiosi venti di libeccio-ponente e poi maestrale su tutti i settori occidentali del Paese, agitando il mar di Sardegna, il Tirreno e il Canale di Sicilia fino a forza 11 a causa delle raffiche di vento superiori ai 130km/h.
Quel 13 febbraio, tutto il Tirreno andò in tempesta provocando violentissime mareggiate in molti casi devastanti come a Scilla, delizioso borgo turistico del reggino tirrenico, appena a nord dello Stretto di Messina. Quel giorno realizzammo un reportage fotografico che riprendiamo integralmente con tutte le immagini della “gallery” di quest’articolo, parlando di “mareggiata-tsunami“. Per Scilla è stata la tempesta più violenta almeno degli ultimi 30 anni, probabilmente meno violenta – negli ultimi 60 – solo a quella del 31 dicembre 1979, conosciuta come la “tempesta di capodanno“.
A Scilla spesso ci sono mareggiate, spesso il vento forte provoca onde alte con una forte risacca. Ma così come in quel 13 febbraio di cinque anni fa, si vede davvero molto molto raramente …