Caldo e siccità in Toscana, grave sofferenza per sistemi ecologici fluviali

MeteoWeb

Come certificato dai dati del Servizio Idrologico Regionale, la Toscana sta affrontando una emergenza idrica senza precedenti, con la piovosita’ che negli ultimi anni si e’ ridotta vertiginosamente. Ormai esistono una moltitudine di studi, anche recentissimi, che indicano come nei prossimi anni questa situazione generale andra’ consolidandosi per effetto del mutamento climatico in atto. Il problema pare oggi affrontato preoccupandosi quasi esclusivamente di garantire il soddisfacimento della domanda del settore agricolo, industriale e civile, come se questi fossero sistemi isolati dal contesto ambientale che li circonda. Lo comunica in una nota il Wwf. I gestori dei servizi idrici prospettano razionamenti dell’acqua potabile, l’agricoltura riporta gia’ oggi ingenti danni alla produzione, ma pochi si rendono conto del gravissimo danno ambientale che la siccita’ prolungata sta arrecando agli ecosistemi fluviali e alla biodiversita’ in genere. L’ingressione di acqua di mare nel tratto finale dell’Ombrone grossetano e nei corsi d’acqua della Versilia, tratti dell’Arno e dell’Elsa con portate inferiori al deflusso mino vitale, morie di pesci segnalate un po’ ovunque nella regione, il lago di Santa Luce a Pisa completamente sparito, sono solo alcuni dei segnali del danno ambientale che chiunque puo’ vedere. Ci sono decine di corsi d’acqua in secca da lungo tempo, altri piu’ importanti in gravissima anossia, con pericoloso aumento delle temperature, aumento di alghe di origine eutrofica e formazioni mucillaginose. In molti casi la portata superficiale si e’ ridotta a poche decine di litri al secondo, quando questa non arriva a coincidere con lo scarico dei depuratori urbani disseminati lungo il territorio (se presenti o funzionanti). La pioggia finalmente arrivata nella giornata di domenica, forse ci portera’ sollievo dal grande caldo, ma non colmera’ certamente il deficit idrico che gli ecosistemi stanno sopportando dopo la lunga stagione siccitosa di quest’anno. Come mostra l’andamento climatico, la siccita’ e’ un problema cui i toscani dovranno far fronte con crescente frequenza, diventando questione che esige l’impegno fattivo di tutti, oggi per l’immediato futuro. La crisi ecologica che stiamo vivendo in questi anni, oltre a rivelarsi crisi economica, e’ anche e soprattutto crisi di valori fondamentali che dobbiamo assolutamente recuperare, nell’idea di uno sviluppo sostenibile, in armonia con la natura.