Maltempo, paura a Roma: il Campidoglio dichiara “stato di allerta” per domani

MeteoWeb

”In relazione al bollettino di condizioni meteorologiche avverse emesso dal Dipartimento Nazionale per la Regione Lazio, il Campidoglio ha dichiarato lo stato di allerta”. E’ quanto si legge in una nota del Comune di Roma. In previsione dell’ondata di maltempo che domani raggiungera’ la Capitale, la Protezione civile di Roma ha avviato la macchina operativa predisponendo ogni attivita’ di prevenzione nei punti sensibili della citta’. Lo fa sapere il Campidoglio spiegando che il meccanismo di intervento, invece, sara’ modulato in base agli aggiornamenti meteorologici che, nel corso delle prossime ore, offriranno un quadro sempre piu’ chiaro dello scenario emergenziale mentre, in relazione al bollettino di condizioni meteorologiche avverse emesso dal Dipartimento Nazionale per la Regione Lazio, il Campidoglio ha dichiarato lo stato di allerta. Le ultime analisi confermano l’arrivo di una forte ondata di maltempo sulla citta’ di Roma nella giornata di domani, lunedi’ 15. I fenomeni piu’ significativi sono attesi tra meta’ pomeriggio e la tarda serata, con quantitativi di pioggia piu’ abbondanti al momento stimati dopo le 20. Tale previsione si riferisce ai quadro esaminato alle 12 di oggi ed e’ suscettibile di cambiamenti a seconda delle variabili climatiche che potrebbero intervenire nelle prossime ore. Nel quadro delle attivita’ preventive messe in campo per favorire il deflusso delle acque, 50 operatori del Dipartimento lavori pubblici e di Ama stanno lavorando ininterrottamente per disostruire tombini e caditoie. Quattromila i chiusini gia’ trattati in via preventiva a partire dalla meta’ di agosto.
A supporto alle attivita’ degli organismi regionali e provinciali competenti, 70 operatori comunali e del volontariato di Protezione civile hanno posizionato oltre 20.000 sacchetti di sabbia per rialzare l’argine del Canale Palocco a Ostia, per una lunghezza di 350 metri. Analogamente, domattina, si procedera’ alle opere di insacchettamento presso il Fosso di Pratolungo sulla Tiburtina. Per garantire interventi puntuali sul territorio in tutti i municipi saranno aperti Centri Operativi. Sorvegliate speciali le aree piu’ critiche: presidi operativi saranno dislocati a Prima Porta, dove e’ stato gia’ controllato in via preventiva l’impianto di sollevamento; sul Litorale, sulla Tiburtina e a Piana del Sole. In XIII Municipio (via Orazio Vecchi) sara’ posizionata la Sala Operativa mobile della Protezione civile comunale, un centro di comando mobile con impianti satellitari e sistemi di telerilevamento e di monitoraggio. Imponente lo schieramento del personale che interverra’ per gestire le criticita’: 1.300 le unita’ operative nella Capitale tra personale della Protezione civile comunale, volontari, operatori Ama, Servizio giardini e polizia locale. Alle ore 13 di lunedi’ sara’ convocato il CoC (centro operativo comunale) presso la sede della Protezione civile a Porta Metronia. Oltre alle strutture operative del Campidoglio (Dipartimento mobilita’, Dipartimento lavori Pubblici, Servizio Giardini, Ama, Polizia Locale, Acea e altre Aziende capitoline) anche l’Are 118, la Prefettura e i vigili del Fuoco invieranno i propri rappresentanti. Informazioni alla popolazione sono disponibili sui siti di Roma Capitale: www.protezionecivileromacapitale.it e su www.comune.roma.it, altre informazioni possono essere richieste alla Sala Operativa di Porta Metronia che risponde h24 al numero verde 800.854.854.