Uragano Sandy: 102 morti tra Usa e Canada, 41 a New York. Le terribili foto del disastro, territorio sconvolto!

    /
    MeteoWeb

    E’ salito ad almeno 102 morti il bilancio provvisorio del devastante passaggio dell’uragano Sandy negli Usa ed in Canada. Quarantuno le vittime nella sola citta’ di New York, che si conferma l’area piu’ colpita. Una sola vittima in Canada a Toronto. Questi i numeri Stato per Stato: – New York: 49 (41 solo a New York City) – New Jersey: 13 – Pennsylvania: 13 – Maryland: 11 – West Virginia: 6 – Connecticut: 4 – Virginia: 2 – North Carolina: 3 – Canada: 1 a Toronto.
    Quattro giorni dopo il devastante passaggio della tempesta, sono ancora circa 460 mila le abitazioni o attivita’ commerciali di New York ancora senza energia elettrica. Lo ha reso noto il sindaco Michael Bloomberg, sottolineando che comunque la situazione e’ sensibilmente migliorata nelle ultime ore. ”Da ieri la corrente e’ stata riallacciata a circa 70 mila utenti”, ma ne restano senza ancora circa 460 mila, di cui quasi la meta’ a Manhattan, ha detto il sindaco, aggiungendo che si tratta di uno stato di cose che purtroppo complica ulteriormente la situazione.
    Il costo dell’uragano potrebbe superare i 18 miliardi di dollari soltanto solo nello stato di New York. A dirlo è stato il responsabile delle finanze dello Stato con capitale ad Albany, Thomas Di Napoli. Nel settore pubblico e privato il valore delle perdite causate da Sandy potrebbe attestarsi tra i 15 e i 18 miliardi di dollari, ha spiegato Di Napoli precisando che il totale potrebbe facilmente superare tale cifra. I calcoli sono basati sulle perdite e i danni causati da precedenti uragani. Di Napoli ha inoltre riferito che lo stato sta registrando un indefinito calo delle entrate fiscali proprio quando i ricavi sono già al di sotto delle previsioni per quasi 500 milioni di dollari. Prima dell’arrivo di Sandy, il budget di Stato (in calendario ad aprile) prevedeva un deficit da un miliardo di dollari. Il governatore Andrew Cuomo ha annunciato oggi che presto verrà dato il via libera a un fondo da 100 milioni di dollari per aiutare le vittime dell’uragano Sandy.
    Intanto i tre reattori nucleari spenti nel nord est degli Stati Uniti dopo il passaggio dell’uragano, sono stati rimessi in funzione. Lo ha annunciato il ministero dell’Energia americano. “Alle 7 di questa mattina, l’autorità per la sicurezza nucleare ha riferito che tutti i reattori del nord est degli Stati Uniti, spenti per l’arrivo dell’uragano Sandy sono ripartiti e aumentano lentamente la loro produzione di energia“, ha precisato il ministero, sottolineando che 3,6 milioni di case sono ancora senza energia elettrica. L’uragano che ha colpito la costa nord est del Paese aveva costretto il blocco dell’attività di tre reattori nucleari – uno nel New Jersey, due nello Stato di New York – i cui sistemi di raffreddamento erano stati parzialmente danneggiati dalle inondazioni.
    RECORD DI TWEET – Tra sabato 27 ottobre e giovedì primo novembre, Twitter è stato monopolizzato dalla parola “Sandy”. Lo afferma lo stesso social network, fondato da Jack Dorsey, sottolineando che nell’ultima settimana gli utenti hanno inviato oltre 20 milioni di tweet con le parole “Sandy” e “uragano”. L’area da cui sono partiti più messaggi è stata proprio New York colpita per diverse ore dal ciclone post-tropicale. Ma gli internauti della Grande Mela non si sono limitati solo a scrivere. In centinaia di migliaia hanno scattato foto e postate su Twitter per mostrare al mondo o solo agli amici il passaggio di Sandy.